Piano di Sorrento. Premio Arturo Esposito, tolti 4.000 euro a Carlo Pepe

0

Piano di Sorrento. Premio Arturo Esposito tolti 4.000 euro a Carlo Pepe. L’incentivo alla produttività di 4.000 euro riservato a Carlo Pepe, che è il funzionario del ramo, non può essergli riconociuto “… in quanto il funzionario già percepisce un’indennità forfettaria insieme allo stipendio base”. In pratica Pepe autorizzava se stesso, ma dopo le polemiche scatenate sui 190.000 euro erogati dalla Regione Campania e dal Comune sulla base di un enorme flusso turistico (insomma il classico “ciuccio che vola” ed a Napoli alla Regione Campania vedevano tutti sti flussi arrivare qui per un Premio deficitario come comunicazione, se rapportato ad altri premi, come il Premio Danza Positano, costato 70.000 euro in meno, con più di mille articoli e pubblicazioni dalla Russia agli Stati Uniti, ndr) questa voce è stata riveduta dallo stesso Carlo Pepe che ha variato il quadro economico del progetto. In quanto a comunicazione, comunque, quest’anno il Premio Arturo Esposito (non ce ne voglia Mario che è un valente e brillante giovane) ha raggiunto un record, mai una manifestazione in Penisola sorrentina ha avuto tante critiche e tanti articoli e post sui social network contro…