Minori Luca Riccio la mascotte del Costiera Cup non ce l´ha fatta . Il ricordo del sindaco Andrea Reale

0

Minori, Costiera amalfitana . Purtroppo il nostro caro amico Luca Riccio non ce l’ha fatta. Tutti gli amici di Minori piangono per la scomparsa di Luca, storica mascotte del “Costiera Cup”, il torneo estivo di calcio a 5 che si svolge tutte le estati nella località della costa d’ Amalfi .  Luca era ricoverato all’ospedale di Caserta dai primi di agosto dopo essere rimasto vittima di una forte crisi respiratoria, trasportato d’urgenza con l’elisoccorso dalla località costiera al nosocomio casertano, l’unico ad avere un posto libero in rianimazione in quel momento. Anche quest’anno la coppa per la “Mascotte” è stata consegnata a Luca dalle mani della nonna e tutti ci auguravamo di riaverlo con noi per la prossima edizione. Purtroppo stamattina è arrivato il triste messaggio del fratello Francesco che ha spento tutte le nostre speranze. Luca, all’età di 19 anni, è volato al Cielo dove adesso ci sarà la Madonna ad avere cura di lui. Fin qui ci aveva pensato la sua splendida famiglia che non l’ha mai lasciato un attimo da solo, un esempio raro di amore e dedizione che a me ha sempre suscitato un sentimento di grande ammirazione. Ciao Lucariello, non ti dimenticheremo mai!!! Angelo Sammarco Costiera amalfitana Journal

Il ricordo del sindaco Andrea Reale

Apprendendo dal blog di Angelo Sammarco la triste notizia della morte del nostro amico Luca Riccio, sono andato indietro nei ricordi: è ormai una consuetudine di fine estate presenziare in una calda serata di agosto alla finale del torneo di calcetto.

Al momento dei festeggiamenti per la squadra vincitrice del torneo, compariva Luca con la sua famiglia e veniva accolto da tutti gioiosamente, si creava nel campetto Leo Lieto un’atmosfera di festa dove tutti sorridevano.

Era uno di noi, integrato nella comunità, la sua partecipazione e la sua voglia di vivere sembrava ci ricordassero in ogni istante che la vita è un dono prezioso che va vissuto fino in fondo con intensità, con amicizia, con rispetto.

Sono i valori veri dello sport, quelli a cui, purtroppo, spesso si sovrappongono interessi egoistici e ambizioni smodate. Luca non era così, Luca amava lo sport per la fratellanza che crea, per la passione che muove, ed è per questo che gli vogliamo bene.

Grazie Luca, ti garantisco che il tuo esempio resterà vivo nell’animo di tutti gli sportivi che ti hanno conosciuto ed amato.

 Andrea Reale