Due ore per raggiungere Capri in aliscafo pendolari

0

 Due ore in mare per raggiungere Capri, contro i 45 minuti previsti dalla tabella di marcia. È quanto ha impiegato oggi il ‘Ponza Jet’ con a bordo ottanta passeggeri, quasi tutti isolani e residenti, che si erano imbarcati alle 12.40 dal Molo Beverello di Napoli. A riportarlo Il Mattino principale quotidiano della Campania 

Il jet sarebbe dovuto arrivare a Capri alle 13.25, ma a circa venti minuti dalla partenza, dopo 6 miglia di navigazione, tra Sorrento e Punta Campanella, il jet ha cambiato rotta ed a velocità ridotta ha cambiato percorso per rientrare verso il porto di partenza di Molo Beverello nonostante le normali condizioni del mare.

L’improvvisa marcia indietro ha provocato reazioni tra i passeggeri che hanno cominciato a chiedere spiegazioni al personale di bordo e qualcuno si è azzardato a recarsi sin nella cabina di comando per parlare direttamente con il comandante il quale ha giustificato il rientro in porto con l’impossibilità di assicurare la traversata a causa di una busta di plastica che ostacolava le manovre. 

Circa trenta minuti di navigazione e poi di nuovo lo stop del mezzo davanti al Beverello quando improvvisamente, senza rientrare nel porto, il jet ha ripreso la rotta per Capri. Il Ponza Jet è attraccato alla banchina dello scalo marittimo isolano alle 14.30 dopo circa due ore di navigazione. Ad attendere sottobordo una pattuglia della capitaneria di porto che ha avviato una verifica al fine di risalire all’origine dai fatti. Intanto, un gruppetto di passeggeri si è recato negli uffici del Circomare sulla banchina di Marina Grande e ha presentato al comandante Alessandro Sarro un dettagliato esposto che è stato controfirmato da una quindicina di persone.