Salerno. Anziana trovata morta nel suo appartamento. Fatale un malore

0

Salerno. Erano giorni che le amiche del quartiere non la vedevano in giro come al solito. Poi, ieri mattina una citofonata senza risposta ha fatto capire che c’era qualcosa che non andava. Poco prima delle 13, la vicina di casa di F.A., salernitana di 71 anni, da tempo residente a Giovi Piegolelle, insospettitasi per la prolungata assenza dell’anziana dalle vie di una zona della città in cui tutti ancora si conoscono e ancora badano alle rispettive vicissitudini, notandone le alterazioni o i cambiamenti, ha pensato di citofonarle per sapere se ci fosse qualche problema, se la donna avesse bisogno di qualcosa. Per accettarsi, insomma, che non le fosse successo niente di male visto che la signora viveva da sola e non aveva nelle vicinanze dei parenti a cui affidarsi se avesse avuto bisogno di aiuto. Dopo diverse bussate, la vicina ha capito che qualcosa di grave era accaduto all’interno dell’appartamento dell’anziana: la donna ha, quindi, subito chiamato il 118. Gli operatori hanno immediatamente inviato sul posto un’ambulanza allertando al contempo i vigili del fuoco e i carabinieri, dando loro come indirizzo dove intervenire quello della signora risultata irreperibile: via Monte Bellara, civico 6, sulle colline salernitane, poco distante dall’ufficio postale di Giovi Piegolelle. I caschi rossi, giunti in pochi minuti sul posto segnalato dai soccorsi, arrivati davanti alla porta dell’anziana l’hanno forzata entrando nell’appartamento dove, in camera da letto, hanno rinvenuto il corpo senza vita della donna. I soccorritori presenti hanno potuto solo constatare il decesso dell’anziana, probabilmente avvenuto diverse ore prima del ritrovamento. La salma è stata poi trasportata all’obitorio dell’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” dove, nel pomeriggio, il corpo è stato sottoposto a un’ispezione esterna da parte del medico legale il quale ha accertato che la morte è sopraggiunta in seguito ad un malore che ha fatto cadere la donna la quale ha battuto forte la testa a terra. Se ci fosse stato qualcuno con lei, in casa, magari l’anziana sarebbe potuta essere immediatamente soccorsa ma, vivendo sola, il tonfo della caduta ed i rantoli della donna agonizzante non sono stati sentiti da nessuno. E il corpo è stato scoperto quando ormai era troppo tardi. (Fiorella Loffredo –La Città)  

Lascia una risposta