Tares a Piano di Sorrento, anche le famiglie tartassate. Lettera a Positanonews

0

Piano di Sorrento. Proprio questa sera il sindaco Giovanni Ruggiero aveva giustificato le tariffe più alte di tutta la penisola sorrentina ai commercianti per favorire le famiglie. Ma nella redazione di Positanonews giunge una lettera che ci induce a riflettere.

Egr. Sigg., mi chiamo Domenico. Inutile dirvi che sono un vostro assiduo lettore ed altre varie cose. Chiedo il vostro aiuto per cercare di portare alla ribalta con quanta più veemenza possibile ciò che sta accadendo a Piano di Sorrento con la Tares. Tutti si riempono la bocca di baggianate incredibili del tipo che non ci saranno aumenti per le famiglie… che addirittura ci saranno riduzioni. Gli organi di stampa locali danno tantissimo risalto solo al punto di vista dei commercianti e delle tariffe non domestiche. Per questo vi chiedo di fare il possibile per pressare questa amministrazione che ci raggira solo con chiacchiere. La mia è una famiglia “meridionale media”: ovvero monoreddito, due adulti e due bambini piccoli, residenti in un piccolo appartamento di circa 70 m3. Ebbene, ho subito un aumento della tares rispetto all’anno scorso di circa il 40%. Mi sono recato presso gli uffici tributi del comune di Piano di Sorrento per chiedere spiegazioni (tra l’altro sulla lettera d’accompagnamento della Tares c’era scritto che si poteva andare tutti i giorni… omettendo che il sabato i signori non lavorano e quindi non possono accettare reclami o richieste di spiegazione tutti i giorni) e alla mia richiesta di spiegazioni un funzionario dell’ufficio tributi, che per le risposte che dà ci costa sicuramente molto di più di un semplice computer con una voce registrata, mi dice che non è vero e che gli aumenti sono normali. Anzi, mi dice, più piccolo è l’immobile più ci sono stati aumenti (questa risposta mi è stata data quando gli ho detto che mio padre, con lo stesso numero di persone a carico, ed anzi con doppio reddito e con una casa quasi il doppio della mia, aveva subito un aumento minimo di pochi euro). Forse anche voi potete fare qualcosa, anche per quelle famiglie che vorrebbero parlare e lamentarsi ma non sanno come fare. Ringrazio per l’attenzione, cordiali saluti. Domenico