Sant´Agnello. Da oggi cambiato il senso di marcia. Ok sinergia con Piano di Sorrento

0

Sotto intervento di Gianni Salvati e Salvatore Siviero. A Sant’Agnello da oggi è cambiato senso di marcia. Nel tratto di strada che dall’incrocio di Via Iommella Grande giunge all’incrocio con Via delle Rose e Via Ripa di Cassano verrà invertito il senso di marcia, rendendolo in direzione unica verso Piano di Sorrento. Le modifiche al provvedimento per la viabilità nei due centri della Penisola sorrentina stanno raccogliendo maggiori consensi e minori problemi. “Stiamo controllando la funzionalità del provvedimento ed al momento i riscontri sono positivi”, conferma a Positanonews il comandante dei vigili Nello Gargiulo. Sicuramente ci sarà sempre qualcuno che contesterà, spesso siamo legati alle nostre abitudini, ma c’è da apprezzare lo sforzo fatto dalle due amministrazioni, con i rispettivi corpi di polizia municipale, per cercare di ovviare ad una problematica di sicurezza esistente. A tal proposito pubblichiamo un commento (fra gli oltre cento fatti su Positanonews nei vari articoli, l’ultimo ne ha avuti 29, sic!) fatto da Salvati sul provvedimento nuovo al momento dell’adozione:

Caro direttore, da ex amministratore di S. Agnello vorrei porre in risalto un punto che, forse, è sfuggito a molti o meglio non è stato inquadrato nella giusta ottica. Era chiaro sin da subito che il provvedimento di viabilità adottato a Iommella Grande fosse sperimentale e temporaneo e lo stesso Sindaco Sagristani, l’assessore Castellano ed il comandante dei vv.uu. Aniello Gargiulo non hanno mai mancato di evidenziarlo. Dopo la necessaria sperimentazione e fedeli alla parola data, Sagristani e Co, d’accordo anche con l’Amministrazione di Piano di Sorrento, hanno fatto marcia indietro ed ora si sperimenta il senso unico al contrario! Mi sembra questa la prima volta che, al di là dei sondaggi favorevoli o non e delle critiche dell’utenza, la politica e la burocrazia comunale rispettino un impegno assunto in precedenza! Anche il termine usato dal Sindaco “democrazia partecipata” mi sembra evidenzi sinteticamente e mirabilmente il concetto di tenere nella giusta considerazione l’opinione comune. Certo, per chi è sempre nell’ottica della critica pretestuosa a tutti i costi, questa decisione potrebbe essere vista come ammissione di colpe o di incapacità ma credo, viceversa, che sia un gesto di grande spessore politico e, visto che in Italia l’opinione comune serve a ben poco, quello che conta sono i fatti! Di un’altra cosa mi sono reso conto: che al di là dello snellimento del traffico, conta la sicurezza della popolazione, visti anche i commenti decisi di chi abita in quella zona! Di qui la decisione, presumo, di mantenere comunque il senso unico di marcia, anche se in senso inverso! Mi rendo conto dei disagi di chi da Meta raggiunge Sorrento e viceversa, ma credo che l’allungare un pò il tragitto viario, se può servire a far vivere in sicurezza e tranquillità i residenti di una zona (dove non dimentichiamo è avvenuta la perdita di una vita umana!), vada perseguito e privilegiato. La solidarietà umana, valore propugnato dal grande Papa Francesco, si deve dimostrare con i fatti, anche se ci costa qualche sacrificio personale!

Gianni Salvati, ex consigliere comunale di S. Agnello

Interessante anche l’intervento di Salvatore Siviero, che condividiamo:

Sono settimane ormai che in Penisola Sorrentina non si fa che parlare del nuovo piano traffico che sta mandando in tilt tutta l’area, che comprende Sorrento, Sant’Agnello, Piano di Sorrento e Meta. A prescindere dall’opinione personale dello scrivente (che non è positiva, visto il palese disagio della gente), riteniamo più utile alla situazione un incontro con l’assessore Castellano, piuttosto che un costante attacco alla sua persona ed al nostro Comune di Sant’Agnello.

Noi siamo santanellesi e teniamo alla nostra terra, ma soprattutto teniamo alla nostra gente. Sono anni che Sorrento intasa la Penisola Sorrentina per favorire ogni iniziativa cittadina e non mi sembra proprio che dalle parti di Piazza Sant’Antonino si siano mai degnati di chiedersi se Sant’Agnello o Piano o Meta fossero dello stesso avviso.

Una verità è che i nostri rappresentanti hanno interpellato a più riprese quelli carottesi, ma evidentemente senza esiti di una certa rapidità. Ora è facile dire che Sant’Agnello blocca il traffico, ma almeno Sant’Agnello ha provato a fare qualcosa e se ha sbagliato è giusto che ripari.

Nessun processo da parte di chi non ha mai mosso un dito per rispondere alle mille e mille iniziative sorrentine in trent’anni e più. Non è per niente accettabile la critica e basta. Ci si sieda tutti a tavolino e si risolva finalmente un problema di una intera comunità. Siamo con l’assessore Castellano se vorrà discutere la sua azione politica sul traffico. Siamo contro ogni attacco gratuito che non porta ad alcuna soluzione per tutti i Comuni.

 

Articolo con comunicato stampa della modifica della viabilità con commenti