Napoli. LUDOVICARAMBELLITEATRO. La Conversione di un Cavallo, 21 tableaux vivants, dell´opera di Caravaggio.

0

LUDOVICARAMBELLITEATRO 

in collaborazione con 

ALTRADEFINIZIONE 

presenta 

La Conversione di un Cavallo 

21  tableaux vivants 

dall’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio 

regia 

Ludovica Rambelli 

aiuto regia 

Dora De Maio 

in scena 

Alba Fagnano, Andrea Fersula, Serena Ferone, Ivano Ilardi, Laura Lisanti, Chiara Kija, Paolo Salvatore.

 

 

 

Costruito con la tecnica dei tableaux vivants la conversione di un cavallo è un lavoro di estrema semplicità e insieme di grande impatto emotivo: sotto gli occhi degli spettatori si compongono 21 tele di Caravaggio realizzate con i corpi degli attori e l’ausilio di oggetti di uso comune e stoffe drappeggiate. Un solo taglio di luce illumina la scena come riquadrata in una immaginaria cornice, i cambi sono tutti a vista, ritmicamente scanditi dalle musiche di Mozart, Bach, Vivaldi, Sibelius.

 

 

 

Questo lavoro nasce nel 2006, per un progetto didattico della  Facoltà di Architettura Luigi Vanvitelli: dopo il primo esito fu chiara la sua forza scenica, e da allora ha visto molte e diverse forme.

 

È stato ospite del Museo di Capodimonte in più di un occasione, del Maggio dei Monumenti per le edizioni del 2008,  2009, 2010, 2011 e in giro per l’Italia in musei, gallerie, piazze, sacrati conservando sempre la sua suggestione, e la sua magia per un pubblico tanto più attento e complice, quando non avvertito della epifania di un lavoro semplice, rigoroso, artigianale.

Invitata dall’Accademia di Belle Arti di Napoli a condurre un laboratorio per gli studenti dei diversi corsi sul tema dei tableaux vivants, ho messo di nuovo in scena Caravaggio, e l’anno successivo Salvi per Miracolo, un lavoro ispirato alle edicole sacre della devozione partenopea. Entrambi gli spettacoli, andati in scena in Accademia nell’ambito de l’Accademia Svelata , sono stati ospiti nel 2011, oltre che del Maggio dei Monumenti, di Benevento Città Spettacolo.

Caravaggio torna in scena con il suo nome storico, La Conversione di un Cavallo, titolo anche di un breve saggio pubblicato nel 2006 nel volume Messa in Scena, scritto sull’onda della prima suggestione dell’aver riscoperto e rimesso in circolazione questa tecnica performativa semplice che, dal ’700 borbonico – forse ricordate i tableaux di lady Hamilton, famosi a corte, a cavallo della rivoluzione napoletana del 1799 – è stata fino a ieri ben poco frequentata, se escludiamo qualche sporadica apparizione nei teatri di varietà di inizio secolo, e quei gioielli che sono i tableaux  nei film di Pasolini.

Dall’ottobre del 2012 Caravaggio  ha trovato asilo presso il Complesso Monumentale di San Giuseppe delle Scalze a Pontecorvo. Si ringrazia il coordinamento de Le Scalze. 

 

Info:

www.malatheatre.com

ludo@malatheatre.com

 

 

ELENCO OPERE RAPPRESENTATE

 

 

 

1, La Deposizione (1602-1603) Musei Vaticani, Città del Vaticano

 

 

 

2 , Estasi di maddalena o Maddalena Klein (1606) Collezione privata.

 

 

 

3, Crocefissione di Pietro (1601) Cappella Cerasi, Santa Maria del Popolo, Roma.       

 

 

 

4, Decollazione del Battista (1608) Cattedrale di San Giovanni, La Valletta, Malta.

 

 

 

5, Morte della Vergine (1604) Museo del Louvre, Parigi

 

 

 

6, Giuditta e Oloferne    (1599) Palazzo Barberini, Roma.

 

 

 

7, Sacrificio di Isacco    (1602)     Collezione Cremonini

 

  

 

8, Flagellazione   (1607-1608) Museo di Capodimonte, Napoli.

 

  

 

9,  Martirio di Matteo (1600) Cappella Contarelli, San Luigi dei Francesi, Roma.

 

 

 

10,  Annunciazione   (1609-1610) Musée des Beaux-Arts, Nancy.

 

 

 

11,  Adorazione dei Pastori  (1609) Museo Nazionale, Messina.

 

 

 

12,  Riposo durante la fuga in Egitto   (1595-1596) Galleria Doria Panphilj, Roma.

 

 

 

13,  Madonna dei Pellegrini   (1604-1606) Sant’Agostino, Roma.

 

 

 

14,  Santa Caterina d’Alessandria  (1597) Museo Thyssen-Bornemisza, Madrid.

 

 

 

15,  Narciso   (1599) Palazzo Barberini, Roma.

 

 

 

16,  Giovanni Battista   (1604) Nelson-Atkins Museum of Art, Kansas City, Missouri.

 

 

 

17, Seppellimento di Santa Lucia   (1608) Santa Lucia, Siracusa.

 

 

 

18, Resurrezione di Lazzaro   (1609) Museo Nazionale, Messina.

 

 

 

19, La Maddalena   (1594-1595) Galleria Doria Panphilj, Roma.

 

 

 

20, San Francesco in Estasi   (1594-1595)Wadsworth Atheneum, Hartford.

 

 

 

21, Bacco   (1596-1597) Galleria degli Uffizi, Firenze.

 

 

 

     Canestra con Frutta   (1596) Pinacoteca Ambrosiana, Milano

 

 

 

[Dal lancio-stampa ricevuto; segnalazione del critico d’arte e sociologo Maurizio Vitiello.]