Maiori sul depuratore siamo ancora ai proclami. Capone "Dove sono i progetti? Spero non vi siano insabbiamenti.."

0

 Maiori sul depuratore siamo ancora ai proclami. Capone “Dove sono i progetti? Spero non vi siano insabbiamenti..”. La vexata questio del depuratore di Maiori è cruciale rispetto al problema della pulizia delle acque nella divina, Maiori è il più grande paese della Costiera amalfitana che non ha l’impianto ed è proprio la sede della conferenza dei sindaci della costa d’ Amalfi guidata dal sindaco Antonio Della Pietra, sembra non essersi conclusa. “Si sa troppo poco dell’effettiva progettazione sul depuratore e se si fa tardi si rischia di perdere i finanziamenti, sarebbe gravissimo per la città”. Risolvere il problema dei depuratori in Costiera amalfitana, territorio UNESCO ed area turistica d’eccellenza per l’ Italia ed il mondo, è una priorità per la provincia di Salerno e la Regione Campania, una priorità solo a parole da almeno vent’anni, si susseguono gli amministratori ma i depuratori non vengono realizzati ed ora il timore è forte. A dire la verità un’amministrazione come Maiori dovrebbe informare tutti , in primis i consiglieri comunali e poi i cittadini, senza che lo chiedano, con atti e documenti, insomma la progettazione effettiva, e farne necessariamente un incontro pubblico con tanto di video, foto, grafici e progetti alla vista di tutti. E’ un diritto di tutti i cittadini , non solo di Maiori, ed è un dovere per un’amministrazione che , al di là di chi la rappresenta ora, da mezzo secolo non è riuscita a realizzare un depuratore in un centro turistico che trae il suo sostentamento principale proprio dalla balneazione, il timore di tutti, non sapendo che le cose, che il Comune è obbligato a far sapere senza che nessuno gliele chieda, vista l’importanza della questione, e non solo di Capone, è che la vicenda finisca nell’ennesimo insabbiamento ed il mare, con il quale viviamo tutti, resti più a rischio di inquinamento 

Lascia una risposta