Nocera Inferiore. Stadio San Francesco, spiraglio per i tornelli

0

Nocera Inferiore. Lunedì la riunione decisiva col Gos in programma presso il Commissariato di Nocera Inferiore. Saranno presenti l’avvocato Mandarino e Franco Tamigi in rappresentanza della Nocerina ed è annunciato pure l’arrivo del sindaco Manlio Torquato, che s’è detto disponibile – al di fuori di interviste e polemiche – a metterci il proprio impegno per risolvere il pastrocchio dei tornelli ed assicurare il via libera all’apertura dello stadio San Francesco per l’anticipo di venerdì 27 settembre contro il Frosinone. La vicenda, tra appalti e subappalti, coinvolge la ditta Sale, la nuova Logica di Castel San Giorgio ed ovviamente la Zucchetti, società che fornisce i software per il funzionamento dei tornelli. La situazione, che già veniva gestita con affanno, è precipitata dopo la gara col Perugia quando la polizia di Stato non potette ricevere i nominativi dei tifosi umbri per malfunzionamento dei lettori ottici. Di qui la lettera di diffida inviata alla Nocerina e passata pure dalla scrivania del questore. C’è un insoluto di 78mila euro che la Zucchetti deve ancora ricevere. E lunedì potrebbe essere l’occasione utile per sbloccare la questione cercando un percorso comune tra società sportiva ed amministrazione comunale. Se ne sta occupando sottotraccia e già da diverse settimane l’avvocato Mandarino, responsabile della comunicazione rossonera. A lunedì non ci pensa affatto il tecnico Gaetano Fontana, impegnato in un lavoro di campo durissimo per preparare la trasferta sul campo del Pisa capolista. Impegno già proibitivo sulla carta per valore enorme dei toscani di Dino Pagliari. Ad acuire, poi, le difficoltà rossonere ci sono i problemi grossi del reparto difensivo. Cremaschi resterà fuori per la seconda settimana consecutiva perché lo stato influenzale in realtà covava una bronchite. E a destra Kostadinovic contro il Grosseto non ha convinto più di tanto. Salgono quindi le quotazioni per l’esordio del classe ’95 Kalombo, arrivato in prestito dal Lecce. Pure al centro c’è, però, emergenza: un lieve stiramento ha messo fuori causa l’esperto Romito e chi dovrebbe sostituirlo per ruolo (Viktalis) non è proprio al top. Le alternative sono Barigelli (non esalta più di tanto) ed Hottor (la più probabile) che rientra da squalifica ed è pronto a sacrificarsi sulla linea dei difensori. Ipotesi che non potranno trovare verifica per gli allenamenti a porte chiuse. Incognita pure sul modulo di partenza. Probabile, però, che Fontana parta col 4-4-2. (Filippo Zenna – La Città)