DOMENICA MILAN – NAPOLI HUGUAIN A SAN SIRO PER VINCERE IL DIAVOLO NON CI FA PAURA SIAMO FORTI

0

 Milan-Napoli, posticipo della quarta giornata in programma domenica sera  ore 20,45.

 

Galliani aspetta la sfida: “Non temo il Napoli”

       Mai come stavolta i Diavoli non ci fanno paura per niente

 

Il sentire che gli altri adesso hanno paura del Napoli è la mia più grande soddisfazione.Da quando l’Europa si è accorta che la squadra azzurra non è certamente da quarta fascia e che potrebbe addirittura vincere il suo raggruppamento, è scattato l’allarme in tutti quelli che avevano fatto conti diversi da quelli con i quali si sono confrontati dopo l’exploit dei nuovi eroi in maglia azzurra.A Milano il Napoli puo’ pure perdere ma il diavolo deve essere molto piu’ bravo per superarlo. 

 

Gli azzurri non vincono a San Siro dal 1986. Balotelli è il giocatore che nell’anno solare 2013 ha realizzato più gol in A: 14 come Di Natale

La sfida tra Milan e Napoli è gia’ iniziata a colpi di tweet


Higuain dopo la grande prova contro il Borussia Dortmund pensa  il Milan e sogna un altro gol, dopo i tre consecutivi tra campionato e Champions League. «Il Milan è una grande d’Europa da tanti anni, la seconda squadra che ha vinto più volte la Champions League ma il Napoli sta lavorando bene e cercheremo di vincere anche a San Siro», dice l’argentino a Sky, confermando quella che è una delle sue qualità migliori: la mentalità vincente.

PROBABILI FORMAZIONI

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Mexes, Zapata, Emanuelson; Poli, De Jong, Muntari; Robinho; Matri, Balotelli. All. Allegri

Indisponibili: Bonera, Gabriel, Pazzini, De Sciglio, Silvestre, Kakà, Montolivo, El Shaarawy

Squalificati: nessuno

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Britos, Zuniga; Behrami, Inler; Callejon, Hamsik, Insigne; Higuain. All. Benitez

Indisponibili: nessuno

Squalificati: nessuno


«Sono molto contento per la vittoria importante contro il Borussia Dortmund, la vittoria non è una sorpresa perchè il Napoli è una squadra forte che si è impegnata tanto negli scorsi anni. Con un allenatore preparato come Benitez, stiamo lavorando bene e riusciremo ad ottenere buoni risultati» dice. Il Pipita si gode la vittoria e il gol ai tedeschi, festeggiato all’infinito dai tifosi del San Paolo, con il suo nome ripetuto addirittura nove volte dallo speaker. Poi l’applauso interminabile dei tifosi al momento in cui ha lasciato il campo per la sostituzione nei minuti finali.
Un grande attaccante, un top player vero, molto più di un semplice campione. Un top player vero con la freddezza decisiva in partite di questo tipo per le grandi esperienze alle spalle. E il Pipita ha giocato ad altissimi livelli per anni ed è stato guidato da grandissimi allenatori, ultimo in ordine di tempo Mourinho al Real Madrid. Ora a Napoli ha trovato un altro tecnico di spessore mondiale, Rafa Benitez. «Le differenze? Sono due allenatori vincenti, ho avuto la fortuna di essere allenato da entrambi. Con Benitez mi trovo molto bene, uno degli allenatori migliori, dovunque è andato ha vinto e con lui c’è molta sintonia».
Benitez lo ha voluto a Napoli. Maradona lo portò ai Mondiali e lo schierò titolare in Sudafrica. Diego da sempre è stato un suo estimatore e ha più volte sottolineato di essere stato felice del suo arrivo a Napoli. «Maradona? L’ho sentito, ho parlato con lui e lui è molto contento che io sia qui. E io sono contento che lui pensi questo». Higuain ha un legame forte con un altro argentino, per anni idolo dei napoletani, il Pocho Lavezzi. «Ho sentito anche Lavezzi prima di venire a Napoli, mi ha detto che quello che si vive qui non si vive da nessun’altra parte».
Il riferimento al passato, gli anni al Real Madrid, il rapporto con i vecchi compagni e i vecchi tifosi. «Sì, ho avuto alcuni messaggi di congratulazioni dalla Spagna, l’amicizia resta nonostante la distanza. I tifosi del Real mi rimpiangono? Mi fa piacere che i tifosi si siano affezionati in sette anni a Madrid. Ora però sono al Napoli, dal primo momento in azzurro ho sentito l’affetto dei miei nuovi tifosi». Già, il Real è il passato, il Napoli il presente. Lo ha scelto proprio per vivere da protagonista campionato e Champions League.

 

 

Dirige il match l’arbitro Banti di Livorno

 

I 74 PRECEDENTI
(67 in campionato e 7 in Coppa Italia)

35 vittorie del Milan
26 pareggi
13 vittorie del Napoli
130 gol del Milan
74 gol del Napoli

L’ultima vittoria del Milan:
3-0 il 28 febbraio 2011
4’ s.t. Ibrahimovic (rig), 32’ s.t. Boateng, 34’ s.t. Pato

L’ultimo pareggio:
1-1 il 14 aprile 2013
30’ p.t. Flamini (M), 33’ p.t. Pandev (N)

L’ultima vittoria del Napoli:
1-2 il 13 aprile 1986
12’ p.t. Giordano (N), 23’ p.t. Maradona (N), 14’ s.t. Di Bartolomei (M)

 

– L’ARBITRO –

Luca Banti di Livorno, 39 anni, internazionale, è alla nona stagione nella Can di A e B.
L’esordio in serie A in Juventus-Cagliari 4-2 del 29 maggio 2005.
Vanta 124 presenze in serie A e 65 in B

I quindici precedenti con il Napoli:
sette vittorie, quattro pareggi e quattro sconfitte

30 settembre 2006: Spezia-Napoli 0-1
14 aprile 2007: Napoli-Pescara 1-0
27 gennaio 2008: Cagliari-Napoli 2-1
30 marzo 2008: Napoli-Palermo 1-0
26 ottobre 2008: Lazio-Napoli 0-1
14 febbraio 2009: Napoli-Bologna 1-1
4 ottobre 2009: Roma-Napoli 2-1
13 marzo 2010: Napoli-Fiorentina 1-3
15 gennaio 2011: Napoli-Fiorentina 0-0
3 aprile 2011: Napoli-Lazio 4-3
23 ottobre 2011 : Cagliari-Napoli 0-0
1 febbraio 2012: Napoli-Cesena 0-0
25 settembre 2012: Napoli-Lazio 3-0
7 aprile 2013: Napoli-Genoa 2-0
19 maggio 2013: Roma-Napoli 2-1

COSI’ IN CARRIERA: 
189 presenze (124 in A e 65 in B)

92 vittorie interne (il 48,7%)
51 pareggi (il 27,0%) 
46 vittorie esterne (il 24,3%)
(l’ultimo pareggio in serie A il primo maggio 2012: mai in tutta la scorsa stagione)

865 ammonizioni (più di 4 a partita)
52 espulsioni (circa una ogni quattro partite)
37 rigori (circa uno ogni cinque partite)
5.802 falli fischiati (circa 31 a partita)

 

Calcio Napoli

A rischio la sfida Roma Napoli del 19 ottobre

E-mailStampaPDF
La sfida di campionato tra Roma e Napoli, in programma il 19 ottobre, potrebbe non giocarsi in quella data. Nella Capitale, infatti, in quel giorno si svolgerà un corteo al quale prenderanno parte i No Tav e i Movimenti per la casa e la concomitanza con la gara di campionato all’Olimpico alle ore 18, potrebbe creare problemi. La Lega ne discuterà oggi, ma a quanto si apprende, è già al…

Leggi tutto…

La nazionale di Prandelli fara’ visita al Nuova Quarto Calcio

E-mailStampaPDF

 

Ormai è sicuro manca solo ufficialita ‘la Nazionale di Prandelli a Napoli, e farà visita al Nuova Quarto Calcio per la Legalità il giorno prima la sfida con l’Armenia allo stadio San Paolo. Probabilmente Buffon e soci si alleneranno allo stadio Giarrusso la mattina di lunedì 14 ottobre.

L’Europa teme il Napoli.Il capolavoro di Insigne

E-mailStampaPDF
Una punizione alla Maradona. Diego disegnava parabole perfette con il sinistro, quella che beffò Tacconi rimarrà nella storia del Napoli. Insigne una prodezza simile l’ha disegnata con il destro, il portiere tedesco Langerak è sbattuto contro il palo e si è scheggiato due denti. 
Un colpo da campione, quello di Lorenzo, un colpo alla Diego, ma anche alla Del Piero, l’Alex bianconero…

Leggi tutto…

Champion League Benitez grande Napoli – ma ho sofferto

E-mailStampaPDF
Lorenzo Insigne, 22 anni, impazzito di gioia. ReutersAdesso il Napoli, da un segnale forte all’Italia e all’Europa.L’ultima vittoria del Napoli contro i tedeschi risale all’anno 88-89, chi non ricorda il 2-1 inflitto allo Stoccarda nella finale di andata della Coppa Uefa. Ma la sfida a Fuorigrotta tra il Napoli e i vice campioni d’Europa del Borussia Dortmund è stata stupenda.Io personalmente non ho visto quel divario tecnico che tutti…

Leggi tutto…

Napoli Borussia Dortmund buona la prestazione di Proenca

E-mailStampaPDF
L’arbitro Proenca ha offerto una prestazione di qualità. La partita fin dai primi minuti di gioco presenta buon ritmo e aggrasività. L’esperto fischietto portoghese legge l’approccio delle squadre e con tempismo valuta e interviene nelle diverse fasi di gioco. Al 13’ contatto Grosskreutz-Higuain sulla trequarti, con il Pipita che cade. L’arbitro fa segno di proseguire…

Leggi tutto…

Champions League le pagelle di Napoli Borussia Dortmund

E-mailStampaPDF
Reina 7 Un gatto tra i pali, riflessi straordinari, balzi felini e grandi interventi. Due parate decisive: una nel primo tempo su Lewandowski e un’altra negli istanti finali. Battuto solo da un’autorete di Zuniga, eppure stava riuscendo a realizzare un’altra prodezza. Il portiere spagnolo è un top player assoluto.

Maggio 6,5 Christian ricomincia a correre a destra come ai bei tempi…

Leggi tutto…

L’urlo dei 55mila tutto esaurito al San Paolo

E-mailStampaPDF
Tutto esaurito a Fuorigrotta. Una notte con il San Paolo che trema: come nell’89 con lo Stoccarda nella finale di Coppa Uefa.

Stasera al San Paolo  la sfida tra il Napoli e il Borussia Dortmund è come una finale.Tutto esaurito da giorni.Dunque stasera i botteghini resteranno chiusi,i cancelli aperti dalle ore 17.Ci sarano 57mila spettatori ,tanti sono stati i biglietti messi in…

Leggi tutto…

Champions League Napoli Borussia fischiera’ l’esperto arbitro portoghese Proenca

E-mailStampaPDF
Sara il portoghese Pedro Proenca a fischiare Napoli-Borussia Dortmund. Con lui gli assistenti Miranda e Trigo, quarto uomo è Tomè mentre gli arbitri d’area sono Capela e Gomez. Proenca, 43 anni a novembre, è direttore finanziario. Originario di Pinhal Novo (penisola del Setùbal) è un prestigioso e affermato fischietto Fifa. In patria è considerato il top. In Europa è uno dei fischietti…

Leggi tutto…

Inizia la Youth League:Napoli primavera – Borussia Dortmund

E-mailStampaPDF

 

Inizia oggi alle ore 15 allo stadio Bisceglia di Aversa:  la Youth League, la Champions giovanile, e la Primavera del Napoli guidata da Gianpaolo Saurini affronta i pari età del Borussia Dortmund.

I precedenti con le squadre tedesche

E-mailStampaPDF

 

Nove i precedenti al San Paolo contro le tedesche: 5 vittorie del Napoli (l’ultima è il 2-1 allo Stoccarda nella finale d’andata della Coppa Uefa ’88-’89), 3 sconfitte, contro Kaiserslautern, Werder Brema ed Eintracht, e l’1-1 contro il Bayern Monaco nel 2011.