JUVE SPRECONA SOLO 1-1 NELL´ESORDIO IN CHAMPIONS CON IL MODESTO COPENAGHEN

0

La squadra di Conte rispetta il trend dell’anno scorso. Allora fu il Nordsjælland a bloccare la vecchia signora sul pari, stasera ci ha pensato il Copenaghen. A segno  Jorgensen al 14′, pareggia Quagliarella al 54′. Inutile il tiro al bersaglio per tutto il secondo tempo, la gara termina 1-1. 

Brutta Juve nel primo tempo, sembra quasi che i bianconeri sottovalutino la squadra danese. Il giro palla che è il marchio di fabbrica del gioco di Conte, risulta insolitamente lento ed impreciso. In questo modo i bianconeri faticano a trovare spazio nella metà campo avversaria. Il vantaggio del Copenaghen è forse una punzione eccessiva per questa situazione, ma esso nasce da un pasticcio difensivo con protagonista Chiellini(come già successo anche a San Siro con l’Inter) che si fa anticipare da Jorgensen, il danese da due passi fulmina Buffon. La reazione  bianconera si scatena dal minuto 20 a quello 22: due miracoli del portiere danese salvano il Copenaghen dal gol, il primo su Chiellini che in tuffo di testa, a pochi metri dalla porta, sembra aver agguantato il pareggio prima che un clamoroso colpo di reni di Wiland non tolga la palla dalla sua porta, mandandola in corner. Da quel calcio d’angolo, cinquanta secondi dopo, è Pogba che tira a botta sicura da un metro e Wiland riesce a deviarla in qualche modo. Nella ripresa la Juventus ritrova lo spirito impetuoso che gli è caratteristico. E inizia l’assurdo assedio alla porta di Wiland. Nella ripresa i bianconeri tirano 18 volte e solo in occasione del tiro al volo di Quagliarella che si avventa sul cross basso di Peluso e segna una rete spettacolare. In seguito prenderà anche la traversa con un colpo di testa, una delle innumerevoli occasioni che la Juventus spreca nell’area danese, dove – in pratica – si gioca per intero il secondo tempo della partita. Sfortuna, sì, ma anche mancanza di precisione e di cattiveria quando si tratta di concludere l’azione. Altro argomento da approfondire. Nessun allarme, anche l’anno scorso la champions era iniziata in sordina, poi la Juventus seppe trovare lo spunto decisivo per qualificarsi… intanto nell’altra partita del girone il Real Madrid vince nettamente contro il Galatasaray, la partita in casa dei turchi termina 6-1 per i Galácticos.