Comune di Sorrento. Arroganza tanta, efficacia zero – lettera in redazione

0

Riceviamo e pubblichiamo e non condividiamo

Chi come me segue alquanto da vicino l’operato dell’Amministrazione Comunale di Sorrento ha giusti motivi per ritenere che l’arroganza non manca, sia da parte del gruppo di maggioranza consiliare che da parte di alcuni dirigenti. Forse ciò accade per compensare la mancanza di efficienza. Infatti, durante la discussione dei vari punti all’ordine del giorno dell’ultimo Consiglio Comunale, dopo l’approvazione dell’aumento di circa il 400% dell’aliquota dell’addizionale IRPEF che incide non poco su stipendi e pensioni, nel mentre il consigliere di minoranza dott. Luigi Mauro argomentava le sue tesi finalizzate a ridurre alcune spese previste nel Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013, in discussione per l’approvazione, ecco che dalle file della maggioranza qualcuno interviene riferendo che “come diceva l’ex Sindaco Achille Lauro, parla tu finchè vuoi, tanto alla fine quello che conta è l’alzata di mano”. Certamente un tale intervento dimostra arroganza e soprattutto nessun rispetto, non tanto per il consigliere Mauro ma soprattutto per tutti quei cittadini che hanno scelto liberamente di farsi rappresentare in Consiglio Comunale dallo stesso. In quanto alla scarsa efficienza, è sufficiente far notare che, malgrado varie segnalazioni, anche per il passato, da ben quattro giorni non è consultabile l’Albo Pretorio elettronico del Comune, e non è la prima volta che succede. Eppure l’ufficialità di molti provvedimenti adottati dall’Ente è rappresentata proprio dall’avvenuta pubblicazione all’Albo. Ci sarà qualche amministratore o qualche dirigente che interverrà per assicurare il rispetto dei diritti dei cittadini e dei propri rappresentanti? Enrico Aprea