Turnover Napoli: spazio a Mertens e Dzemaili

0

Cominciano le sfide ravvicinate, comincia il turn over di Benitez. Mirato, calcolato, ma comunque turn over. Il modo migliore per gestire le forze a arrivare al top per la sfida di Champions League di mercoledì prossimo contro il Borussia Dortmund, la vera vetrina, la partita più attesa, quella del battesimo di Rafa in campo internazionale sulla panchina azzurra. Il Napoli di sabato sera contro l’Atalanta non sarà quello che affronterà il Borussia Dortmund in Europa. Benitez ha in mente due Napoli per le prossime due partite ma ovviamente con la stessa filosofia. Previste delle novità, ci saranno degli avvicendamenti nei vari reparti per poter avere tutti gli azzurri al top in tutte e due le prossime sfide già importantissime. Primo turn over vero, quindi, il turn over che è stata una delle argomentazioni spiegate in maniera esplicita da Benitez fin dai primi giorni di ritiro del Napoli a Dimaro. Cambiamenti nei due assetti base dovrebbero esserci soprattutto in attacco, il reparto dove Benitez ha la maggiore possibilità di alternare gli uomini avendo più o meno elementi di pari livello. Rafa che prima di decidere ovviamente verificherà la condizione di tutti i nazionali di rientro dagli impegni di qualificazione per i Mondiali. Ipotizzabile contro l’Atalanta una chance dall’inizio per il belga Mertens che si è allenato già da due giorni a Castelvolturno e non è mai partito titolare in maglia azzurra dal primo minuto. E questa sarebbe la novità più importante, riconferma in vista per Lorenzo Insigne, grande protagonista contro il Chievo Verona. Difficilissimo pensare a un’esclusione di Hamsik e Higuain perché il loro peso specifico è chiaramente diverso: il Napoli prima di poter pensare al Borussia dovrò archiviare il successo in campionato contro l’Atalanta. E in quest’ottica la presenza dello slovacco e dell’argentino sono assolutamente fondamentali. Hamsik e Higuain sono intoccabili, l’argentino a La Sexta ha dichiarato. «A Madrid sono stato molto bene in alcuni momenti e meno in altri. Quando si sta molto tempo senza giocare si soffre e io dividevo le partite con Benzema. A Napoli mi dimostrano quotidiamente il loro affetto e il loro sostegno, anche se pure al Real i tifosi erano al mio fianco». Per il colombiano Zapata sarà la prima volta in panchina: questa settimana a Castelvolturno ha cominciato il lavoro con Benitez, c’è stato il primo vero contatto sul campo con la conoscenza specifica negli allenamenti. Sicura un’alternanza svizzera a centrocampo. Dzemaili titolare contro l’Atalanta, Inler e Behrami in campo in Champions League contro il Borussia Dortmund. Il giovane croato Radosevic eventualmente pronto a far rifiatare qualcuno nel finale del match contro l’Atalanta. In porta dovrebbe giocare tutte e due le volte Reina anche se non è da escludere la possibilità che contro l’Atalanta possa toccare dall’inizio al brasiliano Rafael che quando è stato schierato si è sempre ben comportato. Un portiere giovane ma già pronto a sostenere le grandi pressioni, in corsa sicuramente per una maglia da titolare. Qualche cambio previsto in difesa, possibili novità sia sugli esterni che per quanto riguarda la composizione della coppia centrale. Armero potrebbe essere titolare con Zuniga in panchina. Non è da escludere che possa cominciare dall’inizio anche Mesto a destra per dare un turno di riposo a Maggio, l’ex genoano ha sempre giocato nelle partite precampionato lasciando una buona impressione. Da decifrare la coppia di centrali: contro l’Atalanta può toccare dall’inizio a uno tra Cannavaro e Fernandez, se non addirittura a tutti e due. Il capitano e il nazionale argentino hanno sempre lavorato in questi dieci giorni a Castelvolturno con l’urugaiano Britos. Lo spagnolo Albiol tornerà solo oggi, qualche avvicendamento tra le due partite ci sarà. (Roberto Ventre – Il Mattino)