Cava de´ Tirreni. Furto al fioraio: bottino di 10mila euro

0

Cava de’ Tirreni. E’ di oltre 10mila euro il bottino di un ingente furto messo a segno nella notte tra lunedì e martedì all’interno della “Fioreria Moderna”, in Via Ugo Foscolo, nei pressi del cimitero di Cava de’ Tirreni, una delle più rinomate della città metelliana. I ladri, che con molta probabilità erano due o tre, si sono introdotti nella nota rivendita di fiori intorno alle ore 2 dopo aver scavalcato un cancello che conduce in un parco residenziale confinante e successivamente una seconda recinzione. Per entrare all’interno del negozio, i malviventi hanno provato a scardinare le due porte di ingresso in ferro, riuscendoci senza non poche fatiche. Per cercare di non farsi riprendere delle telecamere di videosorveglianza, il ladro si è introdotto all’interno del locale con un ombrello aperto, mentre il volto era quasi completamente coperto da una sciarpa ed occhiali da sole, e con una scopa ha girato la telecamera che lo stava riprendendo. Visto la zona non proprio frequentatissima e soprattutto data l’ora, i malviventi hanno potuto agire indisturbati, riuscendo a portare via un maxi bottino: kit di forbici ed attrezzature varie da giardinaggio, un tagliaerba, una macchina per irrogare verderame, tutti i flaconi contenenti fitofarmaci di una nota marca italiana esposti in vetrina, ed addirittura penne e pennarelli colorati. Non sono state invece asportate somme di denaro, se non qualche spicciolo presente nel registratore di cassa, né piante di un certo valore. All’interno del negozio, inoltre, i ladri hanno rinvenuto anche le chiavi di una vecchia Ford Mondeo Station Wagon del proprietario della fioreria, parcheggiata all’esterno. A questo punto, i ladri hanno avuto tutto il tempo di caricare l’ingente refurtiva all’interno dell’autovettura ma, prima di allontanarsi proprio con la macchina del titolare dal cancello principale della rivendita di fiori, dopo ben due ore, ovvero intorno alle 4,30 di ieri mattina, hanno tagliato i cavi di collegamento della videocamera che aveva ripreso gran parte della scena. A fare l’amara scoperta alle prime luci dell’alba ieri mattina è stata la stessa titolare dell’esercizio commerciale, avvertita da un altro rivenditore di fiori della zona. Sul posto per effettuare i rilievi del caso sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni e la Polizia scientifica. Al momento, i poliziotti stanno visionando i filmati registrati dell’impianto di videosorveglianza, con l’obiettivo di risalire all’identità dei ladri. Ormai a Cava de’ Tirreni l’allarme furti sta diventando una vera e propria emergenze. Infatti, in queste settimane si sta registrando una vera e propria escalation senza precedenti di furti in abitazioni e negozi, ma anche di autovetture e motorini in ogni angolo della città, soprattutto nelle zone periferiche. I cittadini ormai sono esasperati e chiedono alle istituzioni un controllo maggiore del territorio, altrimenti sono pronti ad organizzare ronde autonominante per mettere un freno ai reati predatori. (Valentino Di Domenico – Metropolis)