Meta. Lavori al campo sportivo, 100mila euro di fondi regionali bloccati: è battaglia legale

0

Meta. La vicenda parte da lontano. Da quando la Regione Campania decise di riconoscere al Comune di Meta un finanziamento di 100mila euro per i lavori di restyling al campo sportivo di via Mariano Ruggiero. Soldi in contanti da poter utilizzare per far svolgere gli interventi e rifare il look alla struttura di proprietà dell’ente municipale. Ma di quei fondi, già promessi nel marzo del 2010, neppure l’ombra. Ecco perché l’amministrazione comunale non ci sta e ha deciso di scagliarsi contro la Regione Campania conferendo l’incarico ad un avvocato: l’ente municipale ha deciso di mettersi in moto e tentare di racimolare le risorse a ben tre anni di distanza. Il caso è scoppiato pochi giorni fa. La giunta municipale del sindaco Paolo Trapani si è riunita per esaminare la relazione messa a punto dall’ufficio affari legali del Comune in cui è stata ripercorsa interamente la vicenda, suggerendo alla fine di trascinare la Regione Campania in una querelle legale convulsa, intricata. Ottenuto il sì al finanziamento da 100mila euro, l’ente municipale diede l’ok agli interventi da effettuare al campetto sportivo. Fin qui, nessun problema. Anche perché l’amministrazione del sindaco Trapani aveva provveduto a liquidare alla ditta titolare degli interventi – la Mens Costruzioni srl – la somma di spettanza comunale. Poi il caos. L’impresa ha atteso invano che venisse concluso positivamente tutto l’iter per il pagamento. Ma nulla di fatto. Quindi, a quel punto, la Mens Costruzioni ha iniziato a pressare in continuazione il Comune di Meta. Perché il conto pattuito non era stato ancora saldato. A quel punto, gli uffici dell’ente municipale – registrando le sollecitazioni della ditta – scrissero una nota ufficiale alla Regione Campania in cui – per l’ennesima volta – veniva espressamente richiesto di sbloccare i soldi. Ma della svolta neanche a parlarne. Per evitare problemi, il Comune di Meta decise di anticipare tutto. Come? Liquidando alla ditta anche la parte economica che spettava alla Regione Campania. Da Napoli, intanto, poche risposte sulla necessità di corrispondere all’ente il finanziamento di 100mila euro. Almeno fino all’altro giorno quando la giunta ha dato l’incarico all’avvocato Paola Motta per attivarsi e procedere a tutte le operazioni necessarie per il recupero del credito promesso dall’ente del governatore Stefano Caldoro. (Salvatore Dare – Metropolis)