Ravello festival finito fra successi polemiche e furto a Villa Rufolo irrisolto e ora i quattro milioni di euro

0

Il Ravello Festival è finito fra successi e polemiche. Quella sui mancati sconti ai ravellesi per i quali positanonews, il giornale della Costiera amalfitana e Penisola sorrentina, ha speso fiumi di parole, le polemiche sulla gestione dell’Auditorium Oscar Niemeyer e Palazzo Episcopio anche alla Fondazione , cosa per la quale il comune prima era esistante ora invece preme , in coincidenza con l’annuncio di quattro milioni di euro dalla Regione Campania, e uno studio di Federculture, nonostante pare non sia possibile. Un Festival di successi consolidati, come quello del concerto all’alba, che ogni anno riscuote grandi successi, mostre come quelle di Paladino, ma anche di un programma secondo alcuni, si parlava anche di Baricco, non ha entusiasmato, ed episodi come il concerto atteso e annullato hanno lasciato un pò con l’amaro in bocca, come pure il furto agli orchestranti, mentre suonava, dei propri portafogli a Villa Rufolo. Intanto la Fondazione di Brunetta e Amalfitano si trova alle prese con le polemiche sui quattro milioni di euro che dovevano vedere coinvolti i sindaci della costa d’ Amalfi, dopo la bufera, l’intervista di Antonio Scurati a Positanonews, l’intervento del PD, siamo a un bivio. La Fondazione è un’istituto di diritto privato originariamente con l’uscita, non sappiamo se certificata da atto pubblico, del Monte dei Paschi di Siena , si dice che dovrebbero aver diritto a questi fondi, anche se l’atto di fondazione è e rimane come di diritto privato, ma , insistiamo, se la fondazione è fatta di enti pubblici e riceve soldi pubblici perchè non è soggetta alla stessa trasparenza di tutti gli altri enti pubblici? Hanno o no diritto i cittadini di sapere come si spende ogni centesimo come avviene per il più piccolo comune d’ Italia come per lo Stato? Insomma procedure ad evidenza pubblica e gestione trasparente dei soldi pubblici , nello stesso modo che avviene per i comuni, è una cosa tanto assurda da chiedere?

Lascia una risposta