Gp d’Italia, tra Alonso e la Ferrari è alta tensione

0

Monza. In casa del più diretto rivale, Sebastian Vettel punta a rifilargli una sconfitta che potrebbe essere decisiva nella sfida per il Mondiale. Il tedesco parte in pole position oggi nel Gp d’Italia. Al suo fianco il compagno di squadra Webber. Ancora una volta entrambe le Red Bull in prima fila. Alle loro spalle due sorprese, Nico Hulkenberg alla guida della Sauber motorizzata Ferrari e Felipe Massa davanti a Fernando Alonso. Le F138 di Maranello hanno fatto progressi, ma non bastano per contrastare il dominio del team anglo-austriaco, capace di tirare fuori qualche coniglio dal cappello. Questo il frutto di una qualificazione caotica che forse avrebbe potuto portare lo spagnolo a stretto contatto con il campione tedesco sulla griglia di partenza. Invece sarà costretto ad un ennesimo inseguimento. Sono stati momenti anche imbarazzanti. Dopo due sessioni senza problemi, nell’ultima i dieci più veloci si sono giocati tutto praticamente nel giro finale. Ad aumentare la palpabile tensione, la tv ha mandato in onda una frase pronunciata via radio da Alonso ai suoi box che ha suscitato un vespaio. Soprattutto dopo gli attriti fra il pilota e la Scuderia delle settimane passate. «… Quindi c’è lasciarlo passare – si è sentito dire letteralmente – veramente siete dei scemi, mamma mia ragazzi». Parole pesanti. Cosa era successo? C’era la Mercedes di Rosberg lanciata in pista e Fernando avrebbe voluto lasciare un bel po’ di secondi fra sé e il tedesco per andare in pista e non avere traffico davanti. La Ferrari aveva adottato una tattica usuale a Monza, mettendo Massa di fronte ad Alonso per permettere allo spagnolo di sfruttare la scia della macchina del brasiliano. In realtà poi Keke aveva rallentato e non aveva raggiunto le due F138. Ma lungo il circuito si trovavano anche Ricciardo con la Toro Rosso e Webber alla guida della Red Bull. A quel punto Massa aveva rapidamente superato il giovane rivale e si era installato alle spalle dell’esperto australiano, per utilizzare a sua volta il flusso d’aria generato dalla macchina di Webber e alla fine ha battuto Alonso per 10 millesimi. Ma fra loro due e la coppia della Red Bull, nel frattempo si è inserito Hulkenberg, beffando i ferraristi. Parlando poco dopo Alonso, apparso persino quasi allegro, ha poi abbassato il tiro: «Io ho detto ‘non siete dei geni’». Si trattava di una critica alle decisioni della squadra. La diatriba è stata attutita dal Montezemolo che, informato di ciò che era accaduto, ha detto: «Sono cavolate. Le parole di Alonso significano che ha voglia di vincere». Sui piloti sulla formazione 2013 è stato molto preciso: «In settimana ne parleremo e decideremo. Speriamo di fare la scelta giusta». Da segnalare anche l’amarezza di Hamilton per la sua prova: «Sono un idiota». (Claudio Russo – Il Mattino)