Piano di Sorrento “Marina di Cassano Porto del Mediterraneo”

0

Piano di Sorrento – Una bella iniziativa che potremmo godere prima che il Comune privatizzi Villa Fondi . Dal 13 al 29 settembre Villa Fondi aprirà le porte alla mostra “Marina di Cassano Porto del Mediterraneo” frutto del lavoro sinergico del Comune di Piano di Sorrentocon l’Associazione studi storici e ricerche sulla marineria della Penisola Sorrentina e l’Istituto nautico “Nino Bixio”. La mostra, già esposta presso l’Istituto italiano di Cultura a Marsiglia dal 21 maggio al 21 giugno scorso, consegue alla partecipazione della Città di Piano di Sorrento nel 2011 al Concorso internazionale “La memoria dei porti del Mediterraneo” che ha visto il porto di Marina di Cassano come unico progetto approvato dalla giuria internazionale del Concorso in tutta la Campania, insieme ad altri 15 porti del Mediterraneo di cui 9 francesi, 4 italiani, uno tunisino e uno croato. «La nostra partecipazione – afferma lo studioso Massimo Maresca, curatore del dossier su Marina di Cassano insieme al Prof. Biagio Passaro – consiste in un video documentario e in 10 pannelli che riguardano la storia della cantieristica navale e di quella dei maestri d’ascia che descrivono la storia, gli aspetti fisici e ambientali della Marina di Cassano e la sua struttura urbanistica tipica del Golfo di Napoli». Una parte della documentazione archivistica e fotografica oggetto del progetto “Marina di Cassano Porto del Mediterraneo” è stata raccolta grazie alla disponibilità dell’antichissimo Istituto Nautico “Nino Bixio” di Piano di Sorrento che, come precisa la Preside dell’Istituto Giuseppina Ferriello, «ha sempre costituito un punto di riferimento per la Città sia per la costruzione delle imbarcazioni sia per la preparazione dei marittimi di coperta e di macchina». Durante la mostra sono previsti convegni, dibattiti e conferenze sul tema a cura dell’Associazione studi storici e ricerche sulla marineria della Penisola Sorrentina. A completamento dell’evento e a ridosso delle celebrazioni per il Santo patrono di Piano di Sorrento, San Michele Arcangelo, il 26 e 27 settembre si terranno due serate gastronomiche e culturali proprio a Marina di Cassano in collaborazione con i ristoratori del borgo e degli chef provenienti dagli altri porti italiani vincitori del Concorso: Chioggia, Cesenatico e La Spezia. Non mancheranno gli chef dell’alleanza di Slow Food che, insieme ai ristoratori della Marina di Cassano (“Il Tirimbò”, “L’Approdo”, “Fracatell’ ”, “Bagni Rosita” e “Acqua Pazza”), proporranno antiche ricette marinare del borgo. A seguire, uno spettacolo dei “Luna Rossa band” riempirà di musica il Borgo dai nuovi bagni “Nettuno”. «Sarà una kermesse interessante e piacevole allietata da musica e da ricordi – spiega il responsabile del Settore Cultura del Comune di Piano di Sorrento Carlo Pepe – avremo modo di trascorrere una serata all’insegna della spensieratezza e della sobrietà, accogliendo tutta la nostalgia che ci viene da questo borgo». L’evento si accompagna ad un progetto parallelo di riqualificazione del Porto che ha visto il borgo trasformarsi in questi ultimi anni. «Marina di Cassano ha radici profonde e prospettive enormi – dichiara il Sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero – una marina che ha cercato negli anni di darsi un ordine, di imparare a proteggersi e di inventarsi un nuovo turismo. L’ultima sfida, la più importante, è rappresentata dal completamento del progetto di valorizzazione di Marina di Cassano. Per quanto riguarda la balneazione, ci sarà la possibilità concreta di continuare la messa in sicurezza con interventi specifici. Inoltre – continua il Sindaco – c’è già unfinanziamento pari a più di un milione di euro che permetterà la creazione di un punto di sbarco e di uno scalo d’alaggio e, tramite un progetto affidato all’ArchitettoLuigi Mollo, la riqualificazione dell’arenile che prevederà un ampio spazio di fruizione pubblica».

 Piano di Sorrento