Positano Premia la Danza serata strepitosa per le Etoiles del mondo da Grigorovich alla Abbagnato VIDEO FOTO

0

Positano è la danza . Il comune della Costiera amalfitana che nel XX secolo ha catturato tutti i grandi della danza, continua a farlo anche oggi. Cosi sabato 7 settembre sera la 41esima edizione di «Positano premia la danza – Léonide Massine» presso la spiaggia granden davanti ad una folla immensa in tripudio sono andate sul palco le più grandi “Etoile” della Danza La spiccata apertura internazionale è il segno rimarcato da Daniele Cipriani, da tre anni direttore artistico del premio organizzato dal Comune di Positano con il contributo della Regione Campania. Il Premio, quest’anno dedicato a Rudolf Nureyev in occasione del 20° anniversario della scomparsa, ha ottenuto il riconoscimento dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il patrocinio della Camera dei Deputati e dell’Ambasciata della Federazione Russa. Franco Zeffirelli, da sempre legato alla città di Positano, ha voluto donare un suo bozzetto per l’opera “Il Turco in Italia” (Teatro alla Scala, 1955), che sarà il premio che verrà consegnato ai vincitori, e una litografia de “Le tre Sorelle” di Cechov (1952), per il premio alla carriera. Già due anni fa, Daniele Cipriani ha voluto dare uno spirito nuovo al Premio Positano e infatti, per sottolineare la natura internazionale della manifestazione, ha affidato la scelta dei premiati a una giuria costituita da critici di competenza e prestigio internazionali, che hanno individuato gli artisti di maggior spicco nel mondo della danza e del balletto di oggi. Daniele Cipriani è già stato direttore artistico per la danza del Ravello Festival dal 2008 al 2010 ed è curatore di numerosi Gala di danza e balletto in Italia come Taormina Arte, Mittelfest, Como Città della Musica, Festival Puccini di Torre del Lago, Ravello Festival, Auditorium Parco della Musica di Roma e all’estero. È stato ideatore e curatore, per il Positano Myth Festival, dello spettacolo “Apollineo e Dionisiaco”, primo spettacolo di danza tenutosi sull’isola Li Galli appartenuta a Léonide Massine e a Rudolf Nureyev. Tra i riconoscimenti ottenuti, la Targa d’argento del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e la Medaglia del Sindaco di Roma nel 2013. La giuria è composta da: il presidente Roger Salas (El Pais), Valeria Crippa (Corriere Della Sera), Jean-Pierre Pastori (24 Heures), Wendy Perron (Dance Magazine Usa), René Sirvin (Le Figaro), Elisa Guzzo Vaccarino (Il Giorno, Rai 5). Ha ritirato il prestigioso PREMIO ALLA CARRIERA, Yuri Grigorovich, interprete della storia del balletto nazionale russo. Le produzioni di Grigorovich lo hanno reso celebre come coreografo e hanno segnato la strada che per molti anni ha determinato lo sviluppo del balletto russo. Direttore del Balletto del Teatro Bolshoi di Mosca per più di 30 anni, Grigorovich ha guidato la compagnia negli anni dei maggiori risultati artistici e della maturazione della reputazione a livello mondiale. Sotto la direzione di Grigorovich, il Balletto del Bolshoi di Mosca ha realizzato oltre 90 tournée, stabilendo così il primato della scuola russa di balletto classico in tutto il mondo e portando fama mondiale ai suoi brillanti danzatori. I balletti creati da Grigorovich per il Bolshoi ne costituiscono praticamente la quasi totalità del repertorio, e sicuramente quello più prestigioso. Al Museo del Viaggio di Positano è stata inaugurata la mostra espositiva in collaborazione con il Museo Statale del Teatro A.A. Bakhrushin di Mosca e la Fondazione Internazionale Accademia Arco dal titolo “Grigorovich e l’espressione del balletto” alla presenza dell’ambasciatore russo in Italia Serghei Razov . Il percorso espositivo comprende anche costumi della collezione privata del Maestro Grigorovich. Il patrimonio artistico del coreografo diventa così parte fondamentale del repertorio russo e del patrimonio nazionale (MUSEO DEL VIAGGIO dal 6 al 30 settembre 2013). Fra i premiati di quest’anno, artisti appartenenti a compagnie e teatri tra i maggiori del mondo. I nomi dei premiati: YURI GRIGOROVICH, Russia Premio alla Carriera ELEONORA ABBAGNATO, Francia Danzatrice dell’anno sulla scena internazionale MARCELO GOMES, Usa Danzatore dell’anno sulla scena internazionale LOUISE LECAVALIER, Canada Danzatrice dell’anno sulla scena contemporanea JOSUE’ ULLATE, Spagna Danzatore dell’anno sulla scena contemporanea SILVIA AZZONI, Germania Danzatrice italiana dell’anno CLAUDIO COVIELLO, Italia Danzatore italiano dell’anno HEE SEO, Usa Danzatrice emergente sulla scena internazionale OSIEL GOUNOD, Norvegia Danzatore emergente sulla scena internazionale HAMBURG BALLET Direttore Artistico JOHN NEUMEIER, Germania Compagnia dell’anno MILLICENT HODSON & KENNETH ARCHER, Regno Unito Premio Massine Legacy ALBERTO TESTA, Italia Premio all’alta formazione di danza “Luca Vespoli” Una continuità questa voluta dal sindaco Michele De Lucia che ha fatto di tutto per mantenere in vita il Premio e rilanciarlo senza perdere la sua Storia che si intreccia con la Storia mondiale della Danza che qui continua oramai da quasi un secolo

Foto in allegato di Giuseppe Di Martino e Vito Fusco

Clicca qui per altre foto di Vito Fusco

Clicca qui per altre foto di Giuseppe Di Martino