Al Sorrento sfugge ancora la vittoria (VIDEO)

0

 

Dopo il solito buon primo tempo si fa raggiungere e poi superare

 

REDAZIONE – I costieri ricalcano quasi la stessa partita di sette giorni fa quando disputarono un bel primo tempo passando in vantaggio e poi si fecero recuperare e superare e stavolta ad Aprilia è accaduto lo stesso.

Non è che abbiano demeritato anche se i pontini avevano iniziato con il piede sull’acceleratore arrivando al pareggio nella ripresa e poi trovando con Barbuti il tiro della domenica da fuori area che si infila all’incrocio dei pali. Formazione cambiata da parte di mister Chiappino che dai primi minuti fa esordire Catania e tiene fuori Musetti, mentre sono out Chiappino e Margarita per infortuni e Benci perché squalificato. Da parte locale solo un cambio rispetto a quella che ha affrontato il Foggia, Cafiero al posto di Mbodj. Una gara che forse ha visto poco da parte rossonera specie nella ripresa anche se c’è stata la volontà di pareggiare ma resta il fatto che le conclusioni sono latitate.

GOALS – Due per gli apriliano ed uno per i sorrentini. Dopo l’inizio con una certa spregiudicatezza biancoazzurra, il Sorrento da la botta sveglia con Lettieri al 12’che in area viene trattenuto da Corsi e l’arbitro Lacagnina decreta il tiro dagli undici metri che realizza Maiorini spiazzando Ragni. Il Sorrento tiene botta ma all’inizio della ripresa subisce il ritorno delle rondinelle che pareggiano al 7’ con Ferrari con un tiro da pochi passi su un cross di Barbuti. La gara è chiusa definitivamente al 27’ con il neo entrato Barbuti che da fuori area trova la cosiddetta palla della domenica da fuori area indovinando il sette per il 2-1 finale. Un’altra amara sconfitta che può far suonare forse un campanello d’allarme, qualche cosa ci vuole in difesa.

LA GARA – Non brilla molto la stella rossonera ma anche stavolta qualche rammarico può esserci, dopo il vantaggio, il recupero locale e poi il definitivo sorpasso. Diciamo che può essere il copione di domenica scorsa, ma stavolta a latitare sono state le conclusioni, perché dopo il raddoppio di Barbuti non si è vista la benché minima reazione anche se, ripetiamo, la volontà di recuperare c’era. La gara inizia subito con gli agro pontini che al 6’ con Petagine in contropiede impegna miracolosamente Polizzi in una respinta, sulla quale si avventa Corsi che a porta libera manda alto. Ma come detto sopra i campani danno la botta sveglia è passano in vantaggio. La gara vede Danucci e company volere dare il colpo del k.o. ed ecco che al 28’ un destro in area di Maiorino termina al lato. L’Aprilia ritorna a spingersi in avanti ed al 35’ Cafiero di destro da posizione angolata manda la sfera a sfiorare il secondo palo di Polizzi. Si va al riposo con i costieri che sembrano riuscire nell’impresa, ma al ritorno sul manto verde al 5’ Ferrari al volo su un cross di Barbuti impegna severamente in angolo l’estremo sorrentino, e dopo è l’autore della rete che chiude la partita. Per molto tempo si cerca di abbozzare qualche azione da entrambe le parti, con le sostituzioni mister Chiappino vuole dare quell’imput che porti al pari che darebbe un poco di morale tra le file costiere, ma non accade nulla solo un destro a giro al 24’ di Maiorini che fila liscio vicino al palo. Dopo si chiude la gara con Barbuti e non accade quasi nulla fino alla fine del terzo di recupero. Resta molto di amaro in bocca e qualche riparo è da trovare.

NOVANTUNESIMO Ancora rammaricato mister Chiappino che deve mangiare per forza di cose un limone amaro: “Purtroppo anche oggi è andata così”. Ed il ritornello di sette giorni fa ricorre anche questa domenica: “Abbiamo disputato un buon primo tempo. Rischiato quando c’era da rischiare, ma giocato ancora una volta”.

“Di buono per la nostra giovane squadra prendiamo il primo tempo e la personalità che abbiamo messo in campo. Le nostre chance le abbiamo avute – spiega Chiappino -. L’errore è stato commesso nel secondo tempo quando abbiamo lasciato campo ai nostri avversari”. Ed infatti si è visto dalla non reazione di mettere in apprensione la retroguardia laziale. Ma con le squalifiche che ci sono ormai sembra che nella difesa sia da mettere un altro difensore: “E’ vero tra infortuni e squalifiche paghiamo il prezzo anche del tassello mancante, ma si opererà per chiudere questa falla”.

Domenica prossima trasferta proibitiva a Cosenza ed i tifosi già vedono sia lo spettro della Serie D che dell’Eccellenza.

 Il video della Lega Pro su: http://sportube.tv/ondemand/watch_video.php?v=6WDUY499SM47

 

LEGA PRO – 2^ DIVISIONE 2012-13 – GIRONE B – 2^ GIORNATA

APRILIA – SORRENTO    2 – 1

GOALS: 12’pt Maiorino (rig) (S); 7’st Ferrari (A), 27’st Barbuti (A)

 

APRILIA (4-3-3): Ragni; Cafiero, Del Duca P, Marino, Frigerio; Corsi (1’st Barbuti), Amadio, Mazzarani; D’Anna, Ferrara (1’st Petagine), Ferrari (34’st Marfisi).

A disp:Del Duca A, Mbodj, Impagliazzo, Iannascoli, Rante.    Allen: Giuseppe Ferazzoli

SORRENTO (4-3-3): Polizzi, Imperato, Coulibaly, Villagatti (42’st Cavallaro), Pantano; Esposito (16’st Coppola), Danucci, Lettieri; Maiorino, Canotto (26’st Soudant), Catania.

A disp: Miranda, Caldore, Lalli, Parodi.   Allen: Luca Chiappino.

ARBITRO: Antonio Eros Lacagnina, di Caltanissetta

GUARDIALINEE: Alberto Piazza (Trapani) – Filippo Bercigli (Valdarno)

AMMONTI: Mazzarani (A); Corsi (A), Cafiero (A), Ragni (A)

NOTE: giornata sereno -variabile, 29°; terreno buono; spettatori circa 400 circa

ANGOLI:  1 – 1 ;   RECUPERO: 3’pt e 3’st.

 

 

 

    

 

                              Maiorino                                               Ferrari

 

        Barbuti

 

 

 

GIUSEPPE SPASIANO