Vietri sul mare la stazione dei carabinieri verso il trasloco . Levata di scudi per difenderla

0

 Rischia il trasloco o addirittura l’addio definitivo a Vietri sul mare, in Costiera amalfitana ,  la caserma dei carabinieri ubicata nella frazione Marina. I locali che ospitano la sede della caserma sono di proprietà della Provincia che ha voluto metterli in vendita per “fare cassa”. La Provincia infatti ha deciso di alienare i locali di largo Pioppi, a Salerno, che ospitano la caserma dei carabinieri. In vendita, oltre ai locali salernitani in uso all’Arma, ci sono appartamenti, negozi e un palazzo di sette piani a Vietri sul Mare, dove hanno sede la locale caserma dei carabinieri e la sede della scuola di formazione Sdoa. Fino ad oggi non sono stati trovati dei locali alternativi adeguati dove ospitare la caserma a Vietri: la soluzione che si prospetta è il trasloco a Cetara e l’addio definito a Vietri sul mare. Sarebbe un duro colpo per la collettività vietrese, da sempre orgogliosa di avere i carabinieri e di saper che i militari sono a disposizione della comunità. Una storia quella della caserma dei carabinieri che se dovesse avere questo epilogo, lascerebbe un vero e proprio vuoto nella cittadina. Per Vietri in quanto centro turistico di rilevante importanza nazionale, la caserma è elemento fondamentale per la sicurezza ed è elemento imprescindibile per la tutela e la sicurezza non solo dei cittadini ma soprattutto dei turisti che soprattutto nel periodo estivo, affollano il centro costiero. L’ultimo trasferimento della caserma in via Osvaldo Costabile, zona con difficoltà di parcheggio e fuori dal territorio centrale vietrese, aveva già suscitato polemiche. Ma vista l’impossibilità di trovare un nuovo alloggio per la caserma, per mancanza di locali idonei, le polemiche si placarono subito e prevalse la logica che era un bene mantenere la sede anche se fuori mano. Ora questa nuova tegola che farebbe perdere a Vietri prestigio e che lascerebbe i cittadini con l’amaro in bocca. L’appello è ora all’amministrazione comunale «perché faccia qualcosa per trattenere una componente di legalità,oramai radicata sul territorio e in simbiosi con i cittadini». Una vera e propria levata di scudi ha provocato tra i residenti il probabile addio a Vietri della locale caserma dei carabinieri, per la vendita dei locali da parte delle Provincia. L’Amministrazione comunale sta cercando in tutti i modi di scongiurare il trasferimento a Cetara ed è convinta come buona parte dei cittadini, a voler tenere a Vietri i carabinieri. «L’Amministrazione comunale da me retta – spiega il sindaco Benincasa – è stata da sempre fautrice di incontri,convegni e manifestazioni a favore della legalità, per cui questa notizia della vendita degli immobili da parte della Provincia, (che non ci coglie di sorpresa visti i tempi di crisi di tutte le Amministrazioni locali,provinciali e regionali), aumenta in noi la consapevolezza di dover fare di tutto per trattenere la caserma dei carabinieri. Sappiamo per certo che fino ad ora non è stato ancora venduto l’immobile, ma nella malaugurata ipotesi che la cosa dovesse succedere, faremo di tutto per trovare una nuova collocazione ai carabinieri». «Confidiamo – aggiunge – nel buon senso della Provincia affinché non venda. Ma se l’immobile dovesse essere venduto ad un privato, cosa poco probabile in questi tempi di crisi vista l’entità della somma da sborsare, circa due milioni di euro, e questo dovesse sfrattare la caserma, faremo letteralmente le barricate per difendere il presidio militare, importante baluardo di legalità, ma soprattutto parte integrante del tessuto sociale vietrese. E’ un impegno personale mio e di tutta l’Amministrazione poiché questo paese non si può permettere di perdere i nostri valorosi carabineri». Molti sono stati gli attestati di stima verso il lavoro svolto dai militari. «Speriamo non venga a mancare la caserma dei carabinieri unico baluardo di legalità e sicurezza» dice Nicola Campanille, presidente dell’Ente Ceramica Vietrese. «Nelle passate Amministrazioni – dice su Facebook, Anna Maria Infernosi – si era deciso di spostare la caserma dei carabinieri di Marina nello stabile delle scuole elementari a tutt’oggi abbandonato. Era stato fatto anche un progetto, che potrebbe essere ripreso». Gli fa eco Alfonso D’Arienzo, sempre su Facebook: «Lo stabile delle scuole elementari sarebbe l’ideale per allocare la caserma dei carabinieri, visto che è anche abbandonato ed è un pugno in faccia dato lo stato di degrado in cui versa». Antonio Di Giovann