Yuri Grigorovic il più grande coreografo del Mondo mercoledì a Roma per conferenza stampa Premio Danza Positano

0

E’ attesa per Yuri Grigorovich, il più grande coreografo del Mondo, mercoledì a Roma per conferenza stampa Premio Danza Positano . Il mondo della Danza ed i media italiani ed internazionali fanno eco a questo che è l’evento più importante di settembre non solo della costa d’ Amalfi e della Campania, ma fra i più attesi in Italia e nel mondo perchè qui, proprio a Positano, è venuto , a cominciare dalla Russia, il Gotha della Danza, il Mito, Massine e Nureyev e quest’anno verrà portato il più grande coreografo del mondo, come lo era Massine, russo come lui. Mercoledi’ prossimo, alle ore 12, sara’ presentata nella sala stampa della Camera dei Deputati la 41esima edizione di ‘Positano premia la danza – Le’onide Massine’, alla presenza del Premio alla carriera, conferito appunto in questa edizione, Yuri Grigorovic, per oltre trent’anni direttore della compagnia di balletto del Teatro Bolscioi di Mosca. Nel corso della presentazion,e il direttore artistico Daniele Cipriani accanto al sindaco di Positano, al presidente della giuria Roger Salas, a Federico Mollicone annuncera’ i nomi dei premiati del ‘Positano premia la danza – Le’onide Massine 2013′. Artisti di chiara fama provenienti da tutto il mondo e il programma della serata di gala che si svolgera’ il 7 settembre alle ore 21 nella cornice della Spiaggia Grande di Positano e dedicato quest’anno, nel ventennale della scomparsa, a Rudolf Nureyev che acquisto’ e abito’ l’isola di Li Galli. Positano ed in particolar modo l’Isola di Li Galli, un tempo di proprieta’ di Leonide Massine, e successivamente acquistata da Nureyev, sono state le mete turistiche dei piu’ grandi geni della danza del secolo scorso. Per le loro strade sono passati personaggi come Sergej Diaghilev e Vaslav Nijinsky, Le’onide Massine e Rudolf Nureyev. Franco Zeffirelli, da sempre legato alle citta’ di Positano, ha voluto donare un suo bozzetto dell’opera ‘Il Turco in Italia’ (Teatro alla Scala, 1955), in ricordo di Positano, che sara’ il premio che verra’ consegnato ai vincitori. “E’ una grande soddisfazione portare avanti questa manifestazione di cui ho voluto la continuità con tutte le mie forze – dice il sindaco di Positano Michele De Lucia -, Positano e la Danza sono la stessa cosa, qui musica e movimento vanno in sintonia con la bellezza di uno dei posti più belli del globo” 

 

Biografia: Yuri Grigorovich, il grande coreografo russo, si è diplomato alla Petersburg school of Russian Classical ballet, iniziando la sua carriera di solista al Maryinsky Theatre, dove più tardi avrebbe realizzato i suoi primi importanti lavori coreografici: Stone Flower di Prokofiev e Legend of Love di Melikov. Queste produzioni hanno reso Grigorovich celebre come coreografo e segnato la strada che per molti anni ha determinato lo sviluppo del balletto russo. Per più di 30 anni (1964 – 1995), Yuri Grigorovich è stato capo coreografo del Bolshoi Theatre. Sono stati gli anni dei grandi risultati artistici della compagnia, quando matura la grande reputazione a livello mondiale. Sotto la direzione di Grigorovich, il Bolshoi Ballet realizzerà oltre 90 tournée, stabilendo così il primato della scuola russa di balletto classico in tutto il mondo e portando fama mondiale ai suoi brillanti solisti. I balletti creati da Grigorovich per il Bolshoi ne costituiscono praticamente la quasi totalità del repertorio, e sicuramente di quello più prestigioso. Fra questi ricordiamo: Nutcracker (1966), Spartacus (1968), Ivan The Terribile (1975), Angara (1976), Romeo and Juliet (1979), The Golden Age (1982). Ha anche coreografato nuove versioni di alcuni capolavori del passato come: The Sleeping Beauty (1963, 1973) e Swan Lake (1969), Raymonda (1984), Giselle (1987), La Bayadère (1991), Don Quixote e Le Corsaire (1994). Yuri Grigorovich ha presentato i suoi lavori a Stoccolma, Roma, Parigi, Vienna, Milano, Helsinki, Ankara, Praga, Sofia, Genova e Varsavia. Negli anni dal 1994 al 1996, dopo l’uscita dal Bolshoi Ballet, fonda una nuova compagnia, il Grigorovich Ballet, di cui attualmente è direttore e coreografo. La compagnia, che ha base a Krasnodar nel sud della Russia, è oggi formata da oltre 100 ballerini provenienti dalle più prestigiose scuole russe e solisti internazionali. Dalla sua fondazione, ha effettuato tournée in tutto il mondo (Stati Uniti, Inghilterra, Giappone, Spagna, Portogallo, Italia, Turchia…), guadagnandosi un posto d’onore, insieme a Bolshoi e Kirov, tra le grandi compagnie della tradizione classica russa. Grigorovich è stato a capo di giurie internazionali in competizioni di danza in Russia, Finlandia, Stati Uniti, Svizzera, Giappone, Bulgaria e Ucraina ed è il Chairman del premio “Benois de la Danse”, che si avvale del patrocinio dell’UNESCO. Egli è anche membro della Vienna Music Society, Honorable Chairman of the International Theatre Institute, Chairman of the International Dance Union e Honorable Chairman of the Ukrainian Dance Academy.