Pompei. Scippo sul sagrato del santuario. La verità del raid dalle telecamere

0

Pompei. Scippo davanti al Santuario: la Polizia è sulle tracce del malvivente. Ieri mattina proprio sul sagrato della basilica si è consumato un episodio gravissimo che ha choccato le persone presenti. Una signora appena uscita dal luogo sacro è stata scippata. Un uomo le ha rubato una collana d’oro che la donna indossava al collo. A compiere il gesto un giovane in sella ad uno scooter blu. Il motorino si era fatto notare perché girava da più di trenta minuti attorno alla piazza. La gente presente in piazza però non pensava di certo che l’uomo fosse uno scippatore. Poi suonano le campane: è mezzogiorno. Il ragazzo dall’apparente età di 30 anni prende d’occhio una signora che stava appena uscendo dal Santuario, sale con il motorino sul sagrato della chiesa, afferra la collanina d’oro e con forza la strappa dal collo della vittima, poi si dà alla fuga. La signora impaurita chiede aiuto. Un presente tenta di fermare il ladro. Gli corre dietro a piedi, ma nulla da fare. Il ladro in sella al proprio scooter in fuga si dirige verso via Roma. Dopo i primi minuti di panico vengono allertate le forze dell’ordine. Subito sul posto giungono gli agenti della Polizia di Stato. I poliziotti, agli ordini del vice commissario Maria Rosaria Romano, raccolgono informazioni inerenti al malvivente, si assicurano che la signora non abbia riportato ferite e si mettono alla ricerca del ladro. L’accaduto non è rimasto inosservato. Tra i presenti sono scoppiate le prime polemiche. Oltre per l’episodio anche perché lo scippo è avvenuto davanti al Santuario di Pompei. Una zona che solitamente è particolarmente ‘protetta’ dalle forze dell’ordine. Ma la cosa più grave – secondo i presenti – è che, vista l’ora di punta e l’afflusso dei turisti in piazza, in quel momento non c’era proprio nessuno ad effettuare controlli in zona. Ed è stato proprio questo a far infuriare ancora di più i cittadini. E’ impensabile che in una città che vanta quattro milioni di turisti l’anno ci siano ancora problemi di sicurezza. Un episodio gravissimo che ha riportato sotto i riflettori la mancanza di un adeguato controllo nel centro cittadino. In particolare proprio nella zona del Santuario. Quotidianamente vengono effettuati controlli di sicurezza in piazza. Polizia, carabinieri e vigili sia a piedi che con le auto di servizio fanno sentire la loro presenza nei punti principali della città proprio per contrastare questo tipo di episodi. Ma ieri mattina alle 12 non c’era nessuno di ‘guardia’ nella piazza principale della città. Solo decine e decine di persone che hanno assistito incredule allo scippo sul sagrato del Santuario. Intanto le indagini vanno avanti. Gli agenti di polizia stanno vagliando le immagini registrate dalle telecamere di sicurezza posizionate nei pressi del Santuario. (Maria Celeste Gubitosa – Metropolis)