LA DELUSIONE DI CANNAVARO IL NAPOLI PER ADESSO NON GLI RINNOVA IL CONTRATTO

0

          Miki De lucia per Positanonews

                                                                 Napoli, beffa sui difensori

Come nelle più grandi partite di poker, ognuno fa il suo gioco, ma ormai non c’è più tempo per bluffare, le carte delle avversarie sono scoperte e il Napoli deve fare la propria mossa. 

 

                                                 Duvan Zapata vicinissimo al Napoli

 Duvan Zapata e il club argentino hanno sottoscritto una sorta di pre-accordo con il Sassuolo. Vertice a Roma ieri tra Bigon e gli emissari argentini: le firme sono vicine. A frenare l’operazione, però, anche l’infortunio del suo sostituto all’Estudiantes, Franco Jara. Lo stop spinge l’allenatore Mauricio Pellegrino ha lanciare un appello ai suoi dirigenti: «A questo punto non devono più vendere Zapata». Ma da La Plata sono sicuri Zapata è un calciatore del Napoli ci sono solo da superare gli ultimi ostacoli come il cambio tra dollaro e le obbligazioni in pesos                                            

                                Napoli bologna la carica dei 50mila

Napoli Bologna,pochi giorni dall’inizio del campionato e sono gia’ 19mila i biglietti venduti,ai quali vanno aggiunti circa 10mila abbonati.Ma sicuramente al San Paolo saranno 50mila i tifosi ad accogliere la prima di Benitez e vedere il nuovo Napoli in azione.Il Bologna è un avversario di valore ma non ha particolare appeal: premiata, dunque, anche la politica del club di proporre prezzi abbastanza bassi. Si va dai 16 euro per le Curve ai 170 euro della Tribuna d’onore, passando per i 38 euro dei Distinti e i 45 della Tribuna Nisida. La curiosità di vedere all’opera Higuain e compagni è dunque molto forte, del resto i 40mila spettatori registratisi nell’ultima amichevole con il Benfica sono stati la conferma del legame speciale tra la città e la squadra azzurra.

  Nuovo modulo per Benitez 4-2-3-1 cosi il Napoli contro il Bologna

Mancano quattro giorni all’inizio del campionato. Il Napoli e i tifosi sono in attesa degli ultimi arrivi di mercato in difesa e in attacco.Gamberini stamattina partira’ per la Liguria e domani sosterra’ le visite mediche con il  Genoa,Fernandez avra’ una altra chance con il Napoli.I centrali sicuri in questo momento sono tre:Albiol,Cannavaro,e Britos.Contro il Bologna domenica la coppia centrale sara’ composta da Albiol e dal capitano Cannavaro tutti e due difensori di centro destra,uno dei due si spostera’sul centrosinistra in attesa di Astori.Sugli esterni a destra c’è Maggio con Mesto pronto a subentrargli visto le buone prestazioni nel precampionato.A sinistra contro il Bologna è squalificato Armero,dal primo minuto giochera’ Zuniga.Ma sono troppo i gol presi dal Napoli nelle amichevoli precampionato,soprattutto da palla inattiva,e su questo Benitez dovra’ lavorare molto. in attacco Higuain,e i tre a supporto,Pandev,Hamsik,e Insigne.E saranno proprio loro a giocare contro il Bologna. Sono già in grande forma tutti e tre. Hamsik è il top player del Napoli e tra i top player di tutta la serie A. Insigne e Pandev sono stati tra i migliori in queste amichevoli precampionato: in gran forma il talento di Frattanmaggiore a segno anche con la nazionale di Prandelli, in grandi condizioni il macedone. Il nuovo modulo di Benietz ha eslatato ancora di più le qualità tecniche sia di Insigne che di Pandev, oltre che ovviamente quelle di Hamsik.Funzionano molto bene i movimenti offensivi,soprattutto i tagli e le azioni palla a terra in velocita’ appana gli azzurri tornano in possesso.Ancora in ritardo lo spagnolo Callejon e il belga Mertens i nuovi esterni del Napoli.Ma è nel fraseggio che il Napoli deve migliorare,Benitez deve lavorare ancora parecchio.A centrocampo la certezza è Behrami,Dzemaili sta crescendo,Inler come sempre va a sprazzi.grande certezza nei portieri Reina e Rafael

La formazione del Bologna

Curci tra i pali, Garics, Antonsson, Cherubin e Garicsper la retroguardia. Krhin e Perez in mediana dietro al terzetto Christodoulopoulos-Diamanti-Kone. Avanti spazio a Bianchi”.

                                               

                                      Ripresa allenamenti 

Oggi ripresa degli allenamenti a Castelvolturno  Il tecnico Benitez aveva concesso due giorni di riposo agli azzurri dopo il test in famiglia di domenica scorsa. Rafa valuterà le condizioni di alcuni acciaccati e comincerà a preparare la formazione per il debutto di domenica sera al San Paolo: arriva il Bologna (ore 20.45) che nello scorso dicembre inflisse al Napoli, sul campo di Fuorigrotta, due sconfitte nell’arco di quattro giorni tra campionato e Coppa Italia. La seconda partita del torneo 2013-2014 sarà l’anticipo di sabato 31 agosto in casa del Chievo Verona.

 

                                                  L’AMAREZZA DI CANNAVARO

Paolo Cannavaro eterno scugnizzo del Napoli ormai non dorme piu’ la notte,il Napoli fino ad ora non gli ha rinnovato il contratto e lui ne fa una questione di principio.Lui che ama il Napoli e i napoletani ormai si sente escluso dal progetto di De Laurentiis. Non è una questione di prezzo, non è una questione di cifre, i soldi, dice Cannavaro, non fanno la felicità.  267 partite da capitano e una solo richiesta – ufficiale:  rivedere quel contratto siglato due anni fa che De Laurentiis fa finta di non ascoltare.
Già, ma intorno al capitano è calato il silenzio. Ovvio, non c’è fretta, secondo il Napoli le priorità adesso sono ben altre. Ma quando De Laurentiis si è presentato a Dimaro, durante il ritiro in Val di Sole, il capitano si aspettava almeno una chiamata per discutere dell’argomento. Magari non per la firma, ma almeno per buttare giù qualche idea su come prolungare il contratto in scadenza il 30 giugno 2015. 
Ma fino ad ora nell’agenda del presidente non ci sono appuntamenti con Cannavaro, probabilmente per non distogliere l’attenzione del capitano dalle questioni di campo. Non è un mistero, e sia Enrico che Gaetano Fedele non fanno fatica ad ammetterlo, che Paolo ci sia rimasto male, anche perché più passano i giorni e più le voci intorno al suo (mancato) rinnovo cominciano ad aumentare. L’idea del capitano è quella di giocare per altri due anni dopo la scadenza del suo contratto, e per arrivare ad un accordo basterebbero pochi minuti.
Cannavaro sa bene che nel suo ruolo la concorrenza è aumentata con l’arrivo di Albiol, pupillo di Benitez e titolare sicuro nella difesa a quattro. Non teme la concorrenza, è sicuro che una di quella maglie sarà sua ed è pronto a dimostrare anche a Rafa il suo valore e la sua tenacia. 
Un altro dei titolarissimi di Mazzarri vive una strana estate. Zuniga si è ritrovato improvvisamente a essere uno degli affari del mercato: in scadenza di contratto e senza tempestive offerte di rinnovo da parte del Napoli, si è sentito (e ha sbagliato) libero di poter trattare con altri club. Accordo fatto con la Juventus – due milioni o giù di lì – e anche con l’Inter, ma l’ex Siena ha fatto i conti senza l’oste. Perché il Napoli ha messo i paletti: resta con noi, non va da nessuna parte. Pure a rischio di vederlo partire senza prendere un euro tra dodici mesi.
Dietro il muro alzato da De Laurentiis una certezza del patron: quella di riuscire a convincere il colombiano a cambiare idea e a dire di sì alla proposta di rinnovo – circa 1,5 milioni – che il Napoli ha formalizzato all’ex pallino di Mazzarri. Cosa risponderà adesso Zuniga? Di sicuro, il Napoli lo ha tolto dal mercato. Anche perché in quel ruolo in Italia Zuniga non ha alternative. 

Lascia una risposta