Salerno. Furto al Moonlight Cafè: portati via 1800 euro. Presa di mira anche la sala scommesse di via Conforti

0

Salerno. Allarme sicurezza a piazza Casalbore. Dopo gli episodi avvenuti, nei giorni scorsi, ai danni degli esercizi commerciali della zona i ladri tornano a colpire ancora una volta nei pressi dello stadio ‘Donato Vestuti’. Stavolta a farne le spese è il ‘Moonlight Cafè’, locale punto di riferimento per i liceali della zona che, la notte scorsa, è stato ‘visitato’ da una coppia di malviventi. Una volta forzata la saracinesca del bar, danneggiando anche il marmo della porta d’ingresso del locale, i balordi si sono diretti subito verso la postazione delle slot machine, dove sono riusciti a portare via ben 1500 euro. Un bottino, forse, troppo basso per i due, che per questo hanno pensato di dare un’occhiata alla cassa. Da lì sono stati portati via altri 300 euro, somma lasciata dai titolari come fondo cassa per ogni evenienza. Infine, prima di abbandonare il locale, portati via anche i soldi delle mance destinati ai camerieri del locale – 30 euro in totale – e due lattine di Coca Cola, utilizzate probabilmente per dissetarsi dopo la gran ‘fatica’. Un colpo ben valutato quello di piazza Casalbore, con i ladri che, prima di entrare in azione, hanno studiato bene per mesi i comportamenti dei titolari del bar, oltre a sapere che il ‘Moonlight Cafè’ è privo di un sistema di videosorveglianza. Particolari da non escludere e che possono aver indotto i malviventi a tentare il furto proprio in quell’esercizio commerciale. Ad allertare le forze dell’ordine, ieri mattina all’alba, è stata la proprietaria del bar, Sonia Avella, che ha immediatamente denunciato il fatto ai carabinieri della Compagnia di Largo Pioppi. E proprio i militari, diretti dal capitano Gennaro Iervolino, stanno indagando sull’episodio che ha scosso tutti in zona. Un furto non preceduto da richieste di pizzo, così come confermato dalla signora Avella – proprietaria del locale da 12 anni – agli uomini della Benemerita. Ma sicuramente i ladri entrati in azione sapevano delle abitudini dei titolari del locale. Per questo le indagini dei carabinieri si svilupperanno anche chiedendo informazioni ai residenti degli stabili adiacenti all’attività commerciale, per riuscire a risalire a dettagli importanti. Al vaglio degli inquirenti ci sono anche i video delle telecamere degli altri negozi presenti in zona. Dai filmati, infatti, i carabinieri potranno capire quanti erano esattamente i ladri, se ad aspettarli in auto c’era un complice o se sono fuggiti in sella a una moto. Ora però rimane solo l’amarezza dei titolari del ‘Moonlight Cafè’, descritti da tutti come commercianti modello e mai scortesi con la clientela. “E’ un periodo che non stiamo tranquilli qui. Le forze dell’ordine latitano. Qualche controllo notturno in più sarebbe davvero utile”. Ma non è l’unico colpo messo a segno. Presa di mira anche la sala scommesse di Via Conforti con due “visite” dei ladri in meno di sei giorni. E’ esasperato Mirko Greco, titolare dell’agenzia di scommesse ‘Dream Bet’ di via Michele Conforti, che ha deciso di tutelarsi facendo installare nel proprio locale un sistema di videosorveglianza per tenere lontani i ladri. I malviventi nella sala scommesse poco distante dallo stadio ‘Donato Vestuti’ sono entrati in azione ben due volte in una settimana. La prima risale a lunedì, quando ignoti, dopo aver forzato la saracinesca e distrutto la porta d’ingresso dell’esercizio commerciale, sono entrati all’interno della ‘Dream Bet’ diretti verso le tre slot machine presenti nel locale. Da lì i ladri sono riusciti a portare via un totale di ben 5mila euro, ma non soddisfatti hanno deciso di portare via anche la macchina cambia monete oltre a distruggere la porta d’ingresso del bagno e a prelevare i circa 300 presenti nella cassa della sala scommesse. Ma l’odissea della ‘Dream Bet’ non è finita qui. Nella notte di giovedì i ladri c’hanno riprovato ma stavolta, forse, qualcosa non è andato per il verso giusto. I malviventi, infatti, non sono riusciti in questa occasione a forzare la porta d’ingresso e, dopo un paio di tentativi, sono fuggiti via senza entrare all’interno del locale di via Michele Conforti. Una situazione che ha scoraggiato il giovane titolare dell’agenzia di scommesse, che però, dopo aver denunciato entrambi gli episodi ai carabinieri della Compagnia di Largo Pioppi, ha deciso di non mollare e, anzi, di combattere i ladri facendo installare un servizio di videosorveglianza per scoraggiare i malintenzionati. Tuttavia ha continuato ad affermare che servono controlli maggiori da parte delle forze dell’ordine in una zona che, durante la notte, diventa terra di nessuno. (Domenico Gramazio – Metropolis)