Anche Minori vanta il suo ventennio

0

Ventennio: somma di anni che, nel bene e nel male, ricorrono un pò di volte nella nostra vita e relative vicende politiche discusse, studiate, vissute. Del primo e più importante per la vita d’una intera Nazione (ed oltre….) spetta ad altri, studiosi documentati al massimo, parlare. Dell’altro, più vicino a noi, quello relativo al cav. Silvio Berlusconi (anche Benito era cavaliere), imprenditore prestato alla politica attiva, chissà per quali non tanto nascosti ed incomprensibili motivi, ci piace parlare anche solo per accomunarlo ad un ventennio nostrano, casareccio, relativo al capo di alcune amministrazioni comunali d’un paesino della costa amalfitana, Minori, nella persona del geom. Angelo Amorino. Ma perchè, si domanderanno in tanti, questa vicinanza tra Silvio ed Angelo? Perchè ambedue sono stati sconfitti dal diritto e non dagli elettori (giusto pensiero di Michele Ainis in un fondo sul Corriere della Sera). Come Silvio Berlusconi anche Angelo Amorino fu coinvolto in una serie di vicende giudiziarie (di certo di inferiore portata rispetto a quelle di Silvio) e, come Silvio, fu “disarcionato” dal diritto e non dal giudizio dell’elettorato: gli avversari politico-amministrativi di Angelo Amorino tornarono alla guida dell’amministrazione comunale di Minori solo dopo che la Magistratura, certamente giustamente, aveva decretato la decandenza e la non eleggibilità. gaspare apicella