Cava de Tirreni ragazzo di 20 anni morto per un petardo festeggiava il compleanno della nonna

0

Una festa di compleanno finita in tragedia. Marco Massa, 20 anni, di Cava de’ Tirreni (Salerno) è rimasto ucciso da quella bomba rudimentale che aveva preparato e sistemato in un tubo usato come mortaio. Qualcosa non ha funzionato ed il giovane, subito dopo aver acceso la miccia, è stato investito in pieno dall’esplosione rimanendo ucciso all’istante. Nel cortile dell’abitazione di via San Giovanni Bosco, della frazione San Pietro del comune cavese, erano in corso i festeggiamenti per il compleanno della nonna di Marco (e non delle nozze d’oro come si era appreso in precedenza). I familiari erano tutti raccolti per una giornata di festa e di allegria. Pranzo delle grandi occasioni, torta con le immancabili candeline e poi anche i botti. Marco voleva regalare una sorpresa alla nonna. Si è allontanato e ha dato fuoco alla miccia che ha innescato la tragedia. Scene strazianti si sono presentate ai primi soccorritori. Il giovane è stato investito al volto e al collo dall’esplosione, ed è deceduto all’istante. Sul posto la polizia sta effettuando tutti i rilievi ma soprattutto sta cercando di scoprire se Marco abbia fatto tutto da solo o se qualcuno lo abbia aiutato nel confezionare il rudimentale ordigno