RAVELLO PROCURA DISSEQUESTRA SITO DI TRASFERENZA. VUILLEUMIER "AVEVAMO RAGIONE"

0

Dissequestrato il Sito di Trasferenza di Ravello che è stato al centro di dibattiti e discussioni nella cittadina della Costiera amalfitana. La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno disposto il dissequestro del sito di trasferenza dei rifiuti del Comune di Ravello, situato sulla provinciale SP1 per Chiunzi. “Come ampiamente pronosticato, la vicenda giudiziaria si è conclusa a nostro favore – dice il sindaco di Ravello Paolo Vuilleumier -.  La magistratura ha potuto infatti appurare l’assenza del fumus del reato e il corretto operato di questa amministrazione, la cui azione è da sempre improntata alla massima trasparenza e correttezza, e diretta a perseguire il solo interesse dei cittadini. In particolare, la procura ha accertato la corretta condotta dei tre componenti della giunta comunale che, come emerso dall’indagine, ha operato nel rispetto delle leggi e dei regolamenti”. Il provvedimento, in via preventiva, era stato adottato il 26 luglio scorso, a seguito di un esposto del gruppo di minoranza e aveva condotto alla denuncia di tre assessori. “L’esito dimostra la malafede e la volontà di ostacolare con ogni mezzo gli sforzi dell’amministrazione  Il tutto a danno dei nostri concittadini. Come detto più volte, il sito è destinato alla sola raccolta differenziata di carta e cartone e della frazione vetro che consentirà di migliorare il servizio di raccolta ed aumentare le percentuali di differenziata. Un’operazione che andrà a beneficio dei contribuenti, che si troveranno a pagare un canone più contenuto all’indomani dell’introduzione della Tares”.

 

Lascia una risposta