PRIMA LA COPPA, POI IL MERCATO

0

Dopo la gara di domani col Teramo, Stefano Sanderra farà il punto della situazione con la proprietà e con gli uomini mercato. Il tecnico ha già estrinsecato il suo parere, chiedendo quattro, cinque innesti per rinforzare una rosa che, al momento, è incompleta e non competitiva per le prime posizioni. Lunedì si conoscerà la composizione dei gironi e si avrà un quadro definitivo circa le avversarie della prossima stagione. Lotito e Mezzaroma spingono perchè la Salernitana venga inserita nel girone nord e, dopo il rinvio dell’incontro previsto per ieri in Prefettura, la sensazione è che qualcosa dietro le quinte si sia mosso. Lunedì si avrà un quadro certo della situazione, dopodiché il mercato dovrà per forza entrare nel vivo. A prescindere dal girone in cui sarà collocata la squadra, è bene ribadire che nel panorama della Prima Divisione non mancano società ambiziose, che hanno investito e che vogliono continuare a farlo, per cui la concorrenza non sarà affatto di basso profilo. Dopo la gara di Coppa, il mercato dovrebbe far registrare la tanto attesa accelerazione anche perchè Sanderra si ritrova a corto di centrocampisti e di esterni di attacco, cosa che gli impedisce di lavorare con profitto sui concetti e sul modulo a lui più cari. Per la mediana sono diversi i nomi sul taccuino. Sacilotto, Lunardini, Papini e Corapi sono svincolati e, dunque, ci sarebbe solo da trovare l’accordo sull’ingaggio per portarli a casa. La prima scelta di Sanderra è Sacilotto, giocatore gradito anche a Susini, ma con i suoi agenti ancora non s’è affrontata la questione economica. La prossima settimana, però, ci dovrebbe essere un contatto decisivo. Papini aspetta un cenno e potrebbe fare al caso se si decidesse di puntare su un elemento di quantità e sostanza, mentre Corapi non rientra nei piani. Discorso diverso per Lunardini, l’unico del lotto ad avere attitudini da playmaker. Ha esperienza ed un passato importante alle spalle e potrebbe essere una soluzione interessante per colmare il vuoto in cabina di regia, a meno che Lotito non decida di dirottare nuovamente a Salerno Perpetuini. Il patron è sempre alle costole di Mancini, ma il suo pressing per ora non ha sortito effetti dal momento che il centrocampista di Ostia non ha abbassato le sue richieste economiche. In attacco, invece, Sanderra vorrebbe almeno un esterno e lo svincolato Agodirin potrebbe rappresentare una soluzione a buon mercato, sebbene il ritorno in gruppo di Mendicino è destinato a creare una situazione di abbondanza. Ed allora, in assenza di movimenti in uscita, il tempo degli arrivi potrebbe slittare.

DI NICOLA ROBERTO TVOGGI SALERNO