AFA E CALDOOOOOOOO… ANCHE DI NOTTE

0

COMINCIA UNA SETTIMANA DI GRANDE CALDO È entrata nel vivo la più forte ondata di caldo dell’estate, e forse l’ultima. In queste ore infatti, spiega Antonio Sanò, del portale «IlMeteo.it», «siamo sotto l’influenza di Stige, un imponente anticiclone africano che, come un fiume infernale in piena, sta trasportando aria caldissima dall’entroterra marocchino verso tutte le nostre regioni.Al mare c’è chi respira a fatica e si mette all’ombra sperando di resistere. Da oggi fino a mercoledì saranno giornate calde sia di giorno che di notte, e si soffrirà tantissimi anche di notte . Le zone più calde con 40 C saranno l’Emilia, le aree tra Lazio e Toscana, il materano e la Puglia, alcune aree del Casertano in Campania e gran parte ella Sardegna interna. Roma toccherà i 40 C sia lunedì che martedì pomeriggio». Ma già nella stessa giornata di mercoledì primi temporali forti si affacceranno alle Alpi occidentali segnando un cambiamento. Giovedì infatti, sempre secondo le previsioni de «IlMeteo.it», «una violenta linea temporalesca, una Storm Line, transiterà al nord, facendo crollare di 10 C le temperature sulla Valpadana, i venti diverranno occidentali più temperati con maestrale in Sardegna. Nei giorni successivi e soprattutto nel prossimo weekend il caldo si attenuerà anche al centro-sud, e il fine settimana e anche il Ferragosto trascorreranno all’insegna del clima estivo senza eccessi.Un estate al mareeeeeeeeeeee……. cantava Giuni Russo ma per chi ama la montagna non c’è la funivia….non si puo’ godere l’aria del Faito. Si riscoprono lungh passeggiate su sentieri come quello famoso degli DEIIIIIII ma con questa temperatura alta non è possibile fare un percorso tranquillo per godersi dall’alto o tra i boschi il classico entusiasmante e avventuroso trekking liberi all’aria aperta con un bel venticello rinfrescante. Il nostro esperto Geppino Fattorusso dell aprotezione civile di Napoli parla di giornate ancora buone per godersi un periodo di vacanze ferragostiane. La crisi ha fatto ridurre i consumi e il desiderio a contatto con la natura, la ricerca di luoghi ameni ed incontaminati dalla tecnologia inventata dall’uomo riscopre la voglia di movimento in montagna,muoversi nel verde con passeggiate all’insegna di libertà e voglia di assaggiare un gusto nuovo di fare vacanza con pochi soldi insieme a tanti amici. GIGI MARESCA