PIANO DI SORRENTO.PANE E PANETTIERI CON CIRO FERRIGNO video luciesp

0

< Aggiornato con video nella sezione youtube di Positanonews. http://m.youtube.com/watch?v=Pg6YbEWYhO8. http://m.youtube.com/watch?v=-yR4VYeJD1U style=”text-align: justify;”> 

Presentazione del libro “Forni, fornaie e fornarine nella storia del pane di Piano di Sorrento” di Cecilia Coppola nella Casa di Riposo “ San Michele” a Piano di Sorrento

 

 

 

Il Gruppo Teatrale di Ciro Ferrigno Domenica 4 agosto 2013 alle ore 20.30 nel giardino della Casa di Riposo “ San Michele” a Piano di Sorrento con il patrocinio del Comune di Piano di Sorrento e la collaborazione dell’Associazione Culturale Cypraea presenta il libro” Forni, fornai e fornarine nella storia del pane di Piano di Sorrento” di Cecilia Coppola.

 

La scrittrice spiega :” Questa mia attenta ed appassionata ricerca lungo la strada del pane si muove sull’importanza che lo scrigno di un territorio, ricco del tesoro della memoria, deve riportare alla luce per i nostri giovani la conoscenza di tradizioni, di usanze, di lavoro legato a sudore, sacrificio e laboriosità.Ho seguito l’antico percorso che mi ha condotta a conoscere le prime “ botteghe della panificazione” legate all‘acqua pura delle sorgenti del Formiello, al grano forte e rigoglioso coltivato ncoppa ‘a Gesina, alle ricette del pane pieno non solo dei profumi del nostro paese ma anche saggiamente riciclato e non sprecato dalle donne nelle famiglie per un’oculata gestione economica. Altri tempi, altri valori, ricordi di un passato scritto dai fornai e delle fornarine con la farina e come dice il nostro sindaco Giovanni Ruggiero con la loro fatica dura e silenziosa nel cuore della notte, con le mani callose, grandi, scottate dalla fatica, un ponte di mani che ci raccontano le stagioni del passato riportato alla luce anche da splendide foto, testimonianza di un’epoca lontana ma vicina a coloro che continuano la tradizione di fornaio dei loro antenati”.

 

Ciro Ferrigno afferma che Cecilia Coppola in questo libro ha rievocato una Piano di Sorrento che “ tutta profuma di pane, quello di Salvatore Irolla e Maria ‘a furnara, di don Beppe ‘o vicario e Maria ‘a vicaria, di Gaetano Ercolano e Laura Trofa, di Eduardo Cadolini e Fortunata Maniace, di Giuseppe D’Angelo soprannominato Ciccillo 0’ massese, di Elisabetta Maresca e il figlio Antonino, di Francesco Gargiulo o’ Scialone e delle Suore del Monastero ‘Santa Maria della Misericordia’ che idearono il pane pasquale “ corona di spine” .Un itinerario che tocca il cuore storico del paese da via San Michele a Piazza Cota,da Ripa di Cassano a San Liborio, a via Regina Elena a Corso Littorio. Un piccolo mondo di pane appena cotto tramandato da padre in figlio che ancora oggi con la sua fragranza inebria all’alba le strade del nostro paese”.

 

La letture di alcune pagine del libro, affidata all’interpretazione degli artisti del Gruppo Culturale di Ciro Ferrigno, ci porteranno alla scoperta di questo passato, ai suoi protagonisti, all’amore per questo lavoro, alle loro storie alcune inedite, alla tradizione di fornaio affidata in famiglia dagli anziani ai giovani che ne continuano il “ mestiere”, mentre la voce di Annalisa Severi e Francesco Iovine ricreeranno l’atmosfera de ”Gli Antichi Canti del popolo di Piano”.

 

L’Associazione Cuochi della Penisola Sorrentina presieduta da Antonino Morvillo e il Comandante della “Marine Club”, Michele Russo, con il cuoco Salvatore De Rosa faranno assaporare alcune sane e antiche ricette del pane, ricordando che le “gallette” erano il cibo dei marinai e il primo forno che le produceva risale al 1600, le cui tracce restano ancora custodite con cura nel fabbricato di via San Giovanni comprato dalla signora Maria Maresca e dal marito Giovanni Russo, nonostante l’opera di distruzione del terremoto del 1980.

 

.