A SOLI 27 ANNI MUORE BENITEZ.LUTTO NEL MONDO DEL CALCIO

0

Il Cucho si era trasferito all’Al-Jaish dal Birmingham City: ancora dubbie le cause della morte, si parla di un ricovero in ospedale per una appendicite

Tragedia nel calcio ecuadoriano. È morto in Qatar, a soli 27 anni, Christian ‘Chucho’ Benitez, attaccante dell’Al-Jaish, club qatariota che lo aveva prelevato dal Birmingham City per 11,5 milioni di euro. Benitez, nazionale del’Ecuador, (24 gol in 58 presenze, due Mondiali al suo attivo), sarebbe stato vittima di un arresto cardiaco. Il 27enne proveniva dalla squadra messicana dell’America e aveva debuttato ieri per il suo nuovo club, entrando nel secondo tempo di una partita vinta 2-0. “Quello che è successo è stata una sorpresa, non si era lamentato di nulla”, ha aggiunto l’Al Jaish.

CAUSE DELLA MORTE — Sulle cause della morte c’è ancora incertezza: se in un primo tempo si era parlato di un incidente stradale, alcune fonti arabe ora segnalano un ricovero ieri sera per una appendicite. Alle 3, secondo quanto raccontato da alcuni familiari, l’attaccante è stato portato in ospedale dalla moglie alle prese con forti dolori addominali. Non sarebbe stato “curato” immediatamente, e circa un’ora dopo sarebbero sopraggiunti problemi cardio-vascolari. Ma le vere cause del decesso del giocatore, che aveva due figli piccoli, saranno più chiare nelle prossime ore.

  

VALENCIA E FALCAO — Tante le manifestazioni di solidarietà nei confronti del giocatore ecuadoriano, a partire dal connazionale Luis Antonio Valencia, ala del Manchester United, che sul proprio profilo Twitter ha pubblicato una foto che lo ritrae insieme a Benitez. Anche il colombiano Radamel Falcao, nuovo attaccante del Monaco ha voluto commentare la morte del giocatore ecuadoriano. “Mi intristisce la notizia della morte di Benitez – ha detto l’ex giocatore dell’Atletico Madrid – Sono vicino alla sua famiglia e a tutto il popolo dell’Ecuador”.

Gasport