Sorrento,impianto di illuminazione sul Nastro Verde, l’ennesima presa in giro per i cittadini di Priora?

0

di Salvatore Caccaviello

Numerosi i proclami e le promesse da parte dell’Amministrazione. Dopo anni una delle strade più importanti del territorio comunale continua a rimanere pericolosamente al buio. Oltre alle proteste dei  cittadini sarebbe opportuno un interessamento anche da parte di Federalberghi, visto la  presenza di numerose strutture alberghiere lungo il percorso.

Sorrento – Dopo aver letto l’articolo, pubblicato da un compaesano di Priora ,non si è potuto fare a meno di ritornare a scrivere circa l’impianto di illuminazione lungo il Nastro Verde. Parlare e scrivere di tale argomento  sta quasi diventando inutile e patetico visto i risultati raggiunti finora. Nonostante le tante promesse,da parte dei nostri amministratori, nessuna luce si vede in fondo al tunnel o quanto meglio… lungo il Nastro Verde! –  Altresì una serie di proclami: impianti a led a basso consumo, accordi con Enel Sole e chi più ne ha più ne metta! Numerosi i progetti varati, uno dei quali prevedeva addirittura  il prolungamento dell’impianto fino a S. Agata sui due Golfi,con un investimento di circa un milione e 500mila euro.  – Positanonews, raccogliendo le proteste dei cittadini di Priora, più volte è ritornata sull’argomento ,sollecitando i nostri amministratori  ad impegnarsi ed agire una buona volta  in tal senso. Sollecitando il nostro Sindaco che  semmai l’opera avesse “visto luce”  sarebbe stato  senz’altro  sensazionale per l ‘ AmministrazioneGiuseppe Cuomo”. La quale sarebbe passata alla storia della nostra città come… “quella dell’ottimo impianto di illuminazione lungo Via Nastro Verde”.  – Invece niente di tutto ciò!  Il Nastro Verde continua a rimanere pericolosamente al buio!  Tanto che molti cittadini ormai stanchi di promesse e reclami che sanno tanto di prese in giro, iniziano fortemente a dubitare che tale opera verrà realizzata. In molti rimpiangono di essersi impegnati  durante le ultime elezioni per gli attuali amministratori .I quali in campagna elettorale in massa promisero che l’impianto sarebbe stato una priorità per la futura amministrazione .  I cittadini  sono ormai stanchi finanche di protestare e non si spiegano come mai di fronte a numerose spese da parte dell’ente comunale , per  manifestazioni talvolta inutili, dal costo di svariate centinaia di migliaia di euro, non si  investano, sopratutto in un periodo di crisi, tali somme per qualcosa di utile. Dando finalmente la precedenza  nel risolvere una problematica di rilevante importanza per la popolazione di Priora e di tutto il territorio collinare. La mancanza di illuminazione sta diventando una  costante protesta anche da parte di molti turisti che  alloggiano nelle  numerose e  rinomate strutture alberghiere site lungo tale tratto della SS 145. Infatti di notte avventurasi, lungo la strada al buio, per raggiungere gli alberghi è un’impresa molto rischiosa. A tale proposito sarebbe  gradito un intervento anche da parte di Federalberghi. Che invece di proseguire un percorso del tutto estraneo alla vita amministrativa della città, faccia finalmente sentire la sua autorevole voce presso l’ ente comunale.  Intanto si spera che si evitino ulteriori tragedie , come verificatosi negli ultimi anni. Poichè, come è noto, il Nastro Verde  una strada molto veloce e pericolosa, soprattutto durante le ore notturne. Tuttavia, i cittadini di Priora e della zona collinare, gente coriacea, che  difficilmente dimentica le promesse, tenacemente continueranno a protestare e pretendere la realizzazione del nuovo impianto di illuminazione lungo la loro strada.  27 Luglio 2013 – salvatorecaccaviello positanonews.