An Arperc e Musicastoria per il weekend di Villa Guariglia

0

 


 

Questa sera concerto alla tenuta Vannulo con arpe e percussioni, domani si rientra a Raito per il concerto di beneficenza per i piccoli orfani di Zhodino in Bielorussia

 

 

 

Di GIULIA IANNONE

 

Ritroveremo questa sera, le arpe e le percussioni degli An Arperc, che suoneranno nell’ambito del piccolo Tour Campagna Amica. Un viaggio tra culture e musiche dal nord al sud del mondo, aldilà dei confini e delle distanze, accompagnato dalle note dolci e vibranti dell’arpa, raccontato ne’ “Il mestiere di Vento”, l’ultima opera dell’ensemble, che approda domani sera alle ore 21 tra le bellezze ed i sapori della tenuta Vannulo di Capaccio Scalo. Lo spettacolo, in onore della celebrata mozzarella di bufala integrale, vedrà protagonisti i musicisti Gianluca Rovinello (arpa celtica, liuto arabo, armonica, bodhran); Adriana Cioffi (arpa classica); Antonella Labriola (arpa celtica); Pasquale Benincasa (percussioni). Sul palco, i quattro musicisti simboleggeranno i venti che condurranno gli spettatori in un affascinante percorso dalla Grecia all’America latina, dagli Stati Uniti all’Africa, passando per l’Irlanda, l’Italia, la Francia e il Medio Oriente, attraverso il suono antico e la dolcezza del pizzicato di tre arpe e la forza e il ritmo delle percussioni. Domenica sera, invece, alle ore 21, 30, i “Concerti d’estate di Villa Guariglia” ospiteranno I Musicastoria & Friends in Spassiba, per raccogliere fondi allo scopo di acquistare strumenti musicali per avviare i piccoli dell’orfanotrofio di Zhodino in Bielorussia all’arte dei suoni, attraverso l’Associazione Salerno Accoglie. I Musicastoria schiereranno Angelo Santucci (voce solista e percussioni) la vocalist Fortuna Imparato, Raffaella Coppola (danza e percussioni) Danilo Gloriante (violino e mandolino), Gaetano Troisi (flauto traverso), Ciro Marraffa (mandoloncello e chitarra battente), Francesco Granozi (chitarra classica e acustica), Pietro Pisano (basso e zampogna). L’etno-formazione avrà quali special-guest il tenore Paolo Gloriante, il chitarrista Pierpaolo Molinari che eseguirà, in un particolare arrangiamento, “Tu che si femmina” premio inedito per Maria a terni 1998, il coro Armonia diretto dal M° Vicente Pepe, per elevare uno dei canti più conosciuti della musica cilentana “Brigant se more!” e la danzatrice Gemma De Nicola. Memorabile la sentenza di Jacob Grimm sulla musica popolare: “Come ogni cosa buona nella natura, le canzoni popolari derivano in silenzio dalla forza tranquilla del tutto”, esse non cessano di ripetere che il popolo è il “compositore inafferrabile” della musica che canta, “creata da lui e per lui”. “Il popolo fa i suoi canti; il popolo è il suo iniziatore”. Il binomio natura e musica sarà sottolineato anche nell’avviamento alla cultura del gusto con la presenza dell’ Azienda di Luisa Guida, di Colliano, produttrice di miele, dei vini Reale di Borgo di Gete da Tramonti, e del pomodoro San Marzano di Gustarosso Danicoop di Sarno. Torna anche quest’anno, nell’ambito dei Concerti d’estate di Villa Guariglia, grazie all’importante contributo della Coldiretti Salerno il progetto della Mappa del Gusto: 25 ristoratori tra Vietri, Salerno e la provincia propongono menù a base di prodotti tipici proponendo un percorso tra i sapori di una sempre più ammirata “Campania Felix” dell’agroalimentare.