Vietri sul mare multato risarcisce i vigili urbani donando un defibrillatore al Comune

0

VIETRI SUL MARE Perde la causa e risarcisce i vigili urbani di Vietri con un defibrillatore, poi donato all’Asl. Si conclude così la vicenda che ha visto protagonisti nell’estate del 2012, due agenti della Polizia locale di Vietri, l’assistente Marco Inverso e l’agente Alfonso Memoli, che sanzionarono un cittadino vietrese per un divieto di sosta. L’uomo accortosi della multa cominciò ad inveire pesantemente contro i caschi bianchi, offendendoli davanti a decine di persone. L’uomo fu denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale e, in sede giudiziaria, propose il risarcimento danni offrendo trecento euro ai due agenti e al Comune di Vietri. I due, però, rifiutarono la somma di denaro ma proposero che l’uomo denunciato, con quella cifra comprasse un defibrillatore automatico da donare al comando di Polizia locale. Il defibrillatore è stato acquistato e donato il Comune di Vietri sul Mare da Stefano Padovano accompagnato dall’avvocato Massimiliano Granozi e dai due vigili. I due hanno immediatamente contattato l’Asl per donare il prezioso macchinario ai cittadini vietresi, chiedendo alla stessa Asl di organizzare un corso di formazione per l’utilizzo con rilascio di diploma di abilitazione Bls e Blsd. Intanto un’altra operazione dei vigili urbani è stata messa a segno a Vietri. Personale della Polizia locale, con l’ausilio della squadra tecnica comunale, ha proceduto al “ripristino dello stato dei luoghi” mediante la rimozione di due cartelloni pubblicitari messi non si sa da chi. Durante la notte erano stati posizionati stabilmente al suolo in via de Mariniis, nella frazione Molina, senza alcuna autorizzazione. Antonio Di Giovanni