Goletta Verde nel Cilento di Vassallo fra Pollica e Ascea no a interventi su Coste di Regione e Provincia

0

Blitz di Goletta Verde per chiedere a Regione e Provincia di rivedere i massicci interventi in programma per trenta chilometri di costa salernitana: un intervento che richiede 1,2 milioni di tonnellate di massi da movimentare, con 75mila viaggi di camion e 13 milioni di chilometri da percorrere. «Provincia e Regione corrono imperterriti, senza porsi adeguate domande su quale sarà l’efficacia e soprattutto quali saranno gli impatti di questo massiccio intervento – dichiara Giancarlo Chiavazzo, responsabile scientifico di Legambiente Campania – Questo sebbene l’Autorità di Bacino Destra Sele ha eccepito su alcune rilevanti “incongruenze” di progetto, come pure il Nucleo di Valutazione e Verifica degli investimenti Pubblici della stessa Regione che ha espresso “parere non positivo” sul progetto. Si tratta di un ponderoso intervento che va assolutamente rivisto e meglio calibrato su quest’area che presenta tratti di grande pregio. L’erosione costiera deve essere affrontata con interventi sostenibili». Un milione e duecentomila tonnellate di massi da movimentare, corrispondenti in pratica ad una collinetta di circa cento metri di altezza che sparirà dall’entroterra. Massi che verranno distribuiti su trenta chilometri di litorale per realizzare 45 pennelli, cioè massicciate che dalla riva si proiettano a mare per circa 150 metri, di cui oltre la metà sporgenti dal livello sia dell’acqua che della riva per un metro e mezzo e 4 celle costituite da pennelli e barriere parallele soffolte di chiusura in mare. Si tratta di massi di calcare provenienti da cave a terra e trasportati effettuando oltre 75mila viaggi di camion, con più 13 milioni di chilometri da percorrere, tre milioni di litri di gasolio da consumare e oltre settemila tonnellate di CO2 emessa. Questi sono i numeri del progetto “Interventi di difesa e ripascimento del litorale del Golfo di Salerno”, cioè l’artificializzazione di decine di stupendi chilometri della costa salernitana, che Regione Campania e Provincia di Salerno propongono quale risposta ai processi di erosione costiera. E un secco no al progetto arriva ora anche da Goletta Verde, la storica imbarcazione di Legambiente che ogni anno naviga a difesa delle coste e dei mari italiani, e che questa mattina ha protestato con un blitz lungo il litorale salernitano al grido di “giù le mani dalla costa”. Legambiente chiede quindi a Regione e Provincia di valutare altre esperienze, prendendo spunto da quello che di meglio e più sostenibile si sta facendo altrove anche in Italia.