Sorrento. Nuova sede per gli anziani. «Bluff del sindaco Cuomo»

0

Sorrento. Nuovo centro per gli anziani, altra bagarre. A finire nel mirino dei soci del circolo della terza età i ritardi dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo nella predisposizione del progetto per la realizzazione di una struttura rinnovata. Già individuata la location, ovvero spazi nei pressi del Bastione di Parsano. Ma il tempo passa e di evoluzioni positive del caso neppure l’ombra. Così il presidente del centro anziani, Luigi Landolfi, ha deciso di scrivere una lettera aperta rivolta anche al sindaco. «Chiedo la visione, anche per fare l’estratto copia, degli atti conseguenti – se ci sono stati – alla delibera consiliare che stabiliva che i locali ex Enel a via degli Aranci, dove attualmente ci sono gli operai del Comune, dovevano essere destinati al nuovo centro per le persone anziane. Ho notato che dopo molti anni di questi locali non si è saputo più nulla ed ho dunque l’esigenza di conoscere quale attività porre in essere anche al fine di far nominare un eventuale commissario che si costituisca sugli inadempimenti dell’amministrazione. Ho la personale impressione – continua nella nota Landolfi – che per noi anziani ci sia ben poco interesse. Oggi le persone ultrasessantenni si trovano in locali che non molto tempo fa erano adibiti dalle suore per allevamento di polli, locali malsani ed umidi, con servizi igienici angusti ed indecenti. E’ per questi motivi che i nostri soci preferiscono non frequentare la nostra sede. Sono venuto più volte da lei – scrive il presidente del centro al primo cittadino – per sollecitare i lavori e lei puntualmente mi ripeteva la canzoncina che avrebbe provveduto affinché si facesse questa benedetta gara d’appalto. Ma ad oggi nulla si è fatto. A San Giuseppe, giorno del suo onomastico, le ho comunicato tramite una lettera che intendevo interessare della vicenda l’opinione pubblica per come venivano trattati gli anziani e lei mi ha risposto con durezza “Fa quello che vuoi”. I nostri 691 iscritti – conclude Landolfi – si ricorderanno del trattamento che stanno subendo alle prossime elezioni comunali. Che delusione la sua amministrazione nei confronti degli anziani. Non staremo con le mani in mano, lotteremo e saremo propensi, se necessario, a consegnarle le chiavi del centro». (Josè Astarita – Metropolis)