Angri. Agente assicurativo scappa con 500mila euro: incendiata la sua casa

0

Angri. Prendi i soldi e scappa: non è il titolo del film di Woody Allen e questa volta i soldi non sono in banca. Questa volta la vicenda ha per protagonista un agente assicurativo e decine di sfortunati clienti che hanno affidato ad un 40enne di Angri somme per 500mila euro che sono svanite nel nulla. Per giorni, ai carabinieri della Stazione di Angri, coordinati dal maresciallo Egidio Valcaccia, sono arrivate le denunce dei poveri truffati, ma ieri notte un altro episodio ha condito questa storia di nuova suspance: nella notte è stato appiccato un incendio, nella casa ormai vuota, dell’agente assicurativo. Marcello Del Ferro, l’agente denunciato per appropriazione indebita, è introvabile. E’ fuori Angri con la famiglia, moglie e figli. Anche il suocero, che ieri ha denunciato lo strano episodio, non riesce a contattarlo. Tutto è cominciato all’inizio di luglio, quando un agente Generale della Groupama Assicurazioni spa, originario di Scafati ma residente ad Avellino, ha denunciato ai carabinieri di Angri che il sub-agente di Pagani, Marcello Del Ferro, non aveva consegnato il danaro per polizze vita e automobilistiche di numerosi clienti, per un ammontare di circa 10mila euro, per cui la ‘casa madre’ non aveva provveduto a rinnovare le polizze. Ma la denuncia del 4 luglio scorso è stata solo la prima di una lunga serie. In pochi giorni il fascicolo di Marcello Del Ferro si è arricchito di ulteriori denunce fino ad arrivare a 25 esposti. Tutti raccontano la stessa cosa. Dicono di aver consegnato al 40enne angrese le somme previste per il pagamento delle polizze assicurative, senza che questi provvedesse a girare il ‘premio’ alle Agenzie principali. Intanto i carabinieri hanno avviato le ricerche dell’uomo, denunciato nel frattempo per appropriazione indebita, ma il 40enne non è a casa né dai parenti. Il nulla per giorni. Fino a quando ieri il suocero dell’uomo si è presentato a sua volta alla stazione dei carabinieri per raccontare uno strano episodio accaduto nella notte nell’abitazione di via Nazionale della figlia e del genero. Il 54enne angrese ha raccontato che nella notte, ignoti erano entrati attraverso il balcone nell’appartamento cercando di appiccare il fuoco al mobilio della camera da letto. I militari hanno effettuato un sopralluogo nella casa, insieme al personale della Squadra scientifica, ed hanno scoperto che vi erano stati danni lievi al mobilio della camera da letto e che in casa era in atto già un trasloco. L’appartamento è stato sottoposto a sequestro. Le indagini tendono ad accertare chi e come è riuscito ad entrare in casa, visto che non vi sono segni di effrazione e soprattutto se il tentativo di incendio è legato alla vicenda della sparizione dei soldi dei clienti. Secondo gli inquirenti, il 40enne avrebbe preso somme per circa 500mila euro, ma anche la cifra è in corso di quantificazione. In ogni caso il sub-agente per la zona di Pagani sembra essere sparito insieme ai soldi dei suoi clienti, in gran parte angresi, ma anche dei comuni limitrofi. (Rosaria Federico – Metropolis)

Lascia una risposta