Positano. I funerali di Titti, un paese in silenzio. Il grande amore dei fratelli

0

Positano sembra un paese diverso, un silenzio surreale domina la città da ieri sera, quando è arrivata la salma di Titti nella Chiesa del Santissimo Rosario, per i funerali che si sono tenuti oggi alle 16, nella Chiesa Madre celebrati dal parroco don Giulio Caldiero. “Un nuovo angelo veglia Positano – ha detto don Giulio che era visibilmente provato – sono stato a pensare solo a lei, al suo sorriso, una ragazza generosa con tutti, unica…”. Con don Giulio c’erano altri preti originari di Positano: don Michele Fusco parroco di Amalfi,  don Nello Russo parroco di Cetara, don Luigi Amendola parroco di Praiano e tanti altri dalla Costiera amalfitana. Quello che ha colpito molto è stato il grande amore dei fratelli per la sorella, un amore che hanno manifestato in Chiesa con grande commozione di tutti. “Non dimenticherò mai le nostre passeggiate sulla spiaggia e le nostre confidenze, non ti dimenticherò mai... La ferita è troppo grande… ma tu mi hai insegnato a lottare e a non mollare, con il tuo sorriso vinceremo anche questa volta” ha detto il fratello maggiore Toti, mentre Marco, il fratello minore, si è tatuato un cuore sul petto con il nome di Titti: “Per me non sei morta, per me continui a vivere, non c’è nessuno come te… vivrai per sempre sorellina”. Titti, la meravigliosa Titti, con il suo sorriso solare, quella vocina dolce, una generosità unica, una bontà straordinaria, come straordinaria era lei. Ne aveva passate di tutti i colori, ma niente aveva fermato la sua gioia e la sua voglia di fare, una laurea all’Orientale a Napoli, riconoscimenti continui per i suoi studi, scelta per quattro mesi all’ambasciata a Madrid, poi la sfida e l’avventura sulle navi dell’MSC in giro per il mondo su quel mare che amava. Un intero paese si è fermato all’arrivo di Titti e si è stretto al padre Nino La Camera, la mamma Angela ed i fratelli Marco e Toti. Da quattro giorni  l’edicola di famiglia, nella centrale piazza dei Mulini, chiusa per lutto, ha gettato un’ombra di tristezza sul paese, mentre gli amici straziati dal dolore inondano la sua bacheca facebook di ricordi. Tutti la vogliamo ricordare con quel suo sorriso.  Ciao Titti. M.C. 

  I familiari hanno chiesto di fare donazioni alla IGR Villejuice di Parigi in Francia  e alla  Mc Donald’s House dove sono stati osptitati quando Titti riuscì a sconfiggere quel terribile male.

Ancora da accertare le cause della morte si pensa ad un’aneurisma  

La notizia della scomparsa di Titti che ha sconvolto il paese

 

Foto Massimo Capodanno