Puliamo e riprendiamoci le Terme di Castellammare di Stabia con Positanonews (VIDEO)

0

Positanonews, il giornale della Costiera amalfitana e penisola sorrentina , di un’area turistica punta di Napoli della Campania e del Sud Italia alla quale potrebbe essere vocata Castellammare promuove questa iniziativa cercando di essere vicina agli operai e agli stabiesi onesti. Esiste un’altra Castellammare di Stabia, una grandissima maggioranza, quella che vuole mettere fine a tutti i soprusi che istituzioni politiche hanno messo in atto fino ad ora, quella che non ne può più dello stato di colonizzazione perpetrato in combutta con partiti “nazionali”, con le sue false promesse volte solo ad ingrossare il consenso attraverso i voti “clientelari”, producendo solo fumo, legati ad un presente per giustificare ” abbiamo fatto questo e quello” senza nessuna concezione a costruire un futuro per le nuove generazione. Castellammare di Stabia è solo uno dei tantissimi esempi di questo stato cosiddetto “italiano”, che spreca il nostro denaro pubblico per gli interessi particolari dei politici di turno, e mai per costruire basi di un rilancio turistico vero! Qualcosa incomincia a muoversi, i cittadini stabiesi, attraverso il comitato dei lavoratori delle terme si sono organizzati per il giorno 27 luglio a “riprendersi” il loro territorio, hanno voglia di fare veramente qualcosa per la propria città, osservano i propri figli senza un futuro, costretti ad emigrare verso il nord o all’estero. Ebbene, stanno rispondendo anche altre categorie a supporto di questi lavoratori, come la chiesa, attraverso il Vescovo locale, che conosce bene la realtà del degrado che vessa la cittadina stabiese. Insomma tutti uniti per lo stesso obbiettivo; Rilanciare la storica e antica città attraverso le sue terme, gli scavi archeologici e il suo ruolo storico avuto da sempre, dall’VIII secolo A.C., passando per il periodo imperiale romano, ducale fino agli anni ’60 del novecento, quando ancora aveva una vocazione turistica. In basso è riportato integralmente il comunicato dei lavoratori dove spiega dettagliatamente cosa si farà in quella giornata. Inoltre alla fine dell’articolo sono postati anche dei video, al fine di avere una piena consapevolezza degli episodi. PositanoNews non poteva restare insensibile a questo evento ed ha accolto favorevolmente questa lodevole iniziativa, e sarà presente in quella giornata per raccontare gli avvenimenti con i suoi inviati.  (C.G.)  Su Positanonews esiste una rubrica Profondo Sud che vi invitiamo a leggere

 

Comunicato stampa operai delle terme di stabia
Oggi 17/07/2013,gli operai delle terme sono ricevuti dal vescovo, dopo una richiesta fatta dagli stessi operai per sensibilizzare il problema dei lavoratori, per la mancata riapertura dell anno 2013.
I lavoratori hanno posto le loro problematiche da mutui non pagati, tasse non pagate, pigioni non sostenibili.
I lavoratori non riescono a guardare e sostenere l’economia futura e giornaliera.
I lavoratori chiedono con l’aiuto del vescovo risposte concrete e risolutive da parte degli organi di competenza.
Il vescovo sosterrà i lavoratori celebrando una messa in sostegno dei lavoratori termali alle ore 9:30 presso il parco idropinico delle terme di stabia il giorno 27 dopo la conclusione della messa ci sarà un evento per ripulire le terme dove interverranno varie associazioni territoriale come la Protezione Civile insieme al Movimento di Liberazione “Nazione Napolitana Indipendente” sezione Stabia-Monti Lattari, “Regno delle due Sicilie”, parti a terr a ren altre associazioni che si stanno avvicinando a noi di giorno in giorno
Grazie a tutti voi per lo starci vicino

COMUNICATO DEGLI OPERAI DELLE TERME DI STABIA (13/07/2013)
GLI OPERAI DOPO UN ATTESA PER UN RIENTRO AZIENDALE, PER LA NUOVA STAGIONE TERMALE CONSAPEVOLI DI NON AVER PERCEPITO LO STIPENDIO PER TUTTO IL 2012, SI SONO RITROVATI CON UNA PARTE IN CASSA INTEGRAZIONE L’ALTRA META’ DIPENDENTI A TEMPO DETERMINATO OLTRE AD NON ESSERE RICHIAMATI HA NON PERCEPIRE PIU’ LA DISOCCUPAZIONE.
CI SIAMO RITROVATI ALLE TERME INDIGNATI DA UN VIDEO WEB FACENDO VEDERE ALL’INTERNO DELLA NOSTRA AZIENDA LO SQUALLORE IN CUI CI TROVIAMO, UN NOSTRO COLLEGA FORTEMENTE RILANCIAVA DI ANDARE A PULIRE NOI TUTTI ABBIAMO CONDIVISO, ACCETTANDO CHE TUTTO QUESTO PASSASSE PER UN EVENTO CREATO DAI LAVORATORI DELLE TERME, DOVE LA POLITICA E SINDACATO NON ENTRASSERO NEL MERITO, PER SCELTA DOVUTA.
LA NOSTRA AZIENDA E’ SPROFONDATA NELLA CRISI PIU’ PROFONDA GIA’ DA DIVERSI ANNI PARTENDO DAL PRIMO GOVERNO BERLUSCONI, DOVE CI SONO STATI I PRIMI TAGLI ” CURE MILITARI ( DOVE SI RIGIRAVANO IN VECCHIE LIRE PIU DI MILIARDO), POI ALTRI TAGLI COME DA DUE IMPEGNATIVI DI CURA VARI A UNO VARI, PER POI FINIRE CON SCEGLIERE UNA SOLA CURA, LA CILIEGINA IL TIKET 60 EURO ( NON ABBIAMO RIPORTATO ALTRI TAGLI FATTI DAI GOVERNI) NON COMMENTIAMO GLI ERRORI AZIENDALI PER NON CITARE NESSUN POLITICO ASSOCIATO AL SINDACATO (QUANDO ABBIAMO RICEVUTO I TAGLI NESSUNO HA PROVATO A REAGIRE IL FATTURATO CALA NESSUNO PARLA?) 
LE NOSTRE ACQUE ABBANDONATE DA TUTTI SENZA CONTROLLO 28 SORGENTI CHE VANNO A SCOMPARIRE DI GIORNO IN GIORNO.
TORNANDO ALL’EVENTO SI INIZIERA’ ALLE ORE 8 DI MATTINA DOVE ALLE 9:30 MESSA CELEBRATA DAL VESCOVO, PER POI CONTINUARE TUTTA GIORNATA A PULIRE CON LA COLLABORAZIONE DI ALTRE ASSOCIAZIONI TERRITORIALI.
GLI OPERAI RITENGONO DI NON CONCLUDERE LA’ CREANDO UN ASSOCIAZIONE E’ AVENDO TROVATO COLLABORAZIONE CON ALTRE ASSOCIAZIONI RITIENE DI MANTENERE UMILE QUEL POSTO.
GLI OPERAI RITENGONO DI NON CREARE FASTIDI, MA DI ESSERE PRESI DA ESEMPIO DATE LE PROBLEMATICHE CHE GLI OPERAI STANNO AFFRONTANDO, AL SINDACO ASSESSORI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA E MINORANZA TUTTE LE FORZE POLITICHE, CHIEDIAMO LA SOLIDARIETA’ PIU’ SINCERA NELLO STARCI VICINI, RISPETTANDOCI NEL NOSTRO SOFFRIRE PER LA CHIUSURA DELL’AZIENDA, RICORDANDO CHE L’ILLUSIONE PUO’ RITORCESI CONTRO A TUTTI COLORO’ CHE CERCANO CON L’ABUSO DI ILLUDERE LAVORATORI IN DIFFICOLTA’.
INFINE RIVOLGIAMO UN INVITO A TUTTE LE PERSONE CHE TRAMITE FACEBOOK NON RIUSCIAMO A COINVOLGERE.
GRAZIE A TUTTI COLORO CHE IN QUESTI GIORNI CI STANNO VICINI.
GRAZIE ALLE TESTATE GIORNALISTICHE CHE SI STANNO IMPEGNANDO PER GLI OPERAI TERME DI STABIA

Su Positanonews esiste una rubrica Profondo Sud che vi invitiamo a leggere

 

 

 

Lascia una risposta