Rafael si presenta al Napoli. «Benitez un grande tecnico, voglio vincere la Champions»

0

Il giro di portieri sta ormai per chiudersi. Rafael è del Napoli, lo ha annunciato il Santos sul proprio sito ufficiale. E il portiere ha dato l’addio ai suoi tifosi in una conferenza stampa durante la quale è stato omaggiato della maglia con il numero 194, quello delle sue presenze con il Santos. Un momento di grande emozione visto che fin dal settore giovanile il portiere ha giocato con il club brasiliano. «Vado in un grande club, Benitez è un grande allenatore. Giocare in un campionato europeo e nella Champions è un sogno, farò il mio meglio per vincere anche questa grandissima competizione», ha dichiarato Rafael atteso in Italia tra oggi e domani per visite mediche e firma. Per lui il benvenuto di Uvini, difensore brasiliano del Napoli. «Un grande amico, una brava persona e anche un bravissimo calciatore». Il triangolo azzurro in porta sta per chiudersi. La certezza ora è l’ingaggio di Rafael, ventitrè anni, portiere molto promettente, già con una discreta esperienza, pronto all’avventura in Italia. Il Napoli sta stringendo i tempi per Julio Cesar, il portiere della nazionale brasiliana in forza al Qpr, squadra appena retrocessa dalla Premier League. Intesa raggiunta tra i club con la formula del prestito annuale, limata la distanza tra richiesta del portiere e ingaggio proposto dal Napoli. Accordo da considerare ormai molto vicino, Julio Cesar sta per dire sì al Napoli, una vetrina importante nell’anno che porta ai Mondiali. L’intesa con Julio Cesar libererebbe in maniera definitiva De Sanctis. Il portiere abruzzese ieri pomeriggio ha svolto a Castelvolturno un allenamento differenziato, soprattutto in palestra. Ha parlato con il tecnico Benitez, l’allenatore non gli ha chiuso le porte. Ma c’è la Roma che lo aspetta, accordo già raggiunto dal club giallorosso con il portiere sulla base di un contratto biennale, si attende l’ok del Napoli. Acquistati due esterni Mertens e Callejon, ruoli coperti anche da Insigne e Dzemaili. Candreva però resta un pezzo molto pregiato che potrebbe ulteriormente aumentare il tasso tecnico del Napoli. Come un pezzo pregiato resta Gonalons, capitano del Lione. Il francese, però, sul sito ufficiale della società ha annunciato di voler restare in Francia. Il club azzurro però non si arrenderà perché Gonalons resta da tempo un obiettivo per il centrocampo. Il Napoli prova a chiudere con un difensore centrale. In Italia l’obiettivo numero uno resta Astori del Cagliari, in campo internazionale Rami del Valencia e Albiol del Real Madrid. La vicenda Cavani. Al lavoro i procuratori e le società, firma sempre più vicina, si stanno limando gli ultimi dettagli. Ma il trasferimento non è ancora ufficiale e per questo motivo il Matador comunque potrebbe figurare oggi tra i convocati azzurri che con Maggio e Gargano dovrebbe aggregarsi a Dimaro il 21 luglio. Ma è chiaro che ormai il discorso con il Psg è in dirittura d’arrivo con la cifra record che il club parigino è disposto a pagare al Napoli per coprire la clausola rescissoria di 63 milioni. Accordo faraonico con il Psg per cinque anni con stipendio di 9.5 a stagione. Annuncio che al massimo slitterebbe all’inizio della prossima settimana. Le cessioni: Santana a un passo dal Genoa, Rosati (fino ad ieri secondo portiere azzurro) è ufficialmente un giocatore del Sassuolo. El Kaddouri ha firmato con il Torino. (Roberto Ventre – Il Mattino)

Lascia una risposta