Beniamino Depalma, viene da Amalfi arcivescovo a difesa degli operai

0

Beniamino Depalma, nato a Giovinazzo il 15 di maggio del 1941, vincenziano, è stato arcivescovo di Amalfi-Cava dal 1990 al 1999 ed è attualmente Vescovo di Nola, arcivescovo ad personam, dall’ottobre del 1999. Membro della Commissione episcopale per la Liturgia, è Gran Priore dell’Ordine Militare del SS. Salvatore e di s. Brigida di Svezia. E’ stato ultimamente preso di mira da alcuni esponenti della Fiat, perchè difensore di quanti manifestano contro alcune operazioni messe in essere dall’azienda torinese a Pomigliano d’Arco, che rientra nella diocesi di Nola. Depalma è stato anche, a suo tempo, sempre da vescovo di Nola, difensore dei diritti alla salute di quanti erano interessati alla normale funzione della raccolta N.U., delle discariche e della regolarità di esse. Perchè questa introduzione? Perchè fa un certo senso che dalla Diocesi retta da Depalma per nove intensi anni, succeduto ad un altro grande, Ferdinando Palatucci, non si sia levata alcuna voce di sostegno o di condanna, di conforto o di contestazione, di soliderietà o di avversione per l’alto prelato che pure porta nel cuore Amalfi (lo si nota dallo stemma) che conta una sede vincenziana. g.a.

Lascia una risposta