Precisazioni a Positano News sugli intattenimenti musicali a Marina Grande..

0

Caro Direttore di Positano News, negli ultimi due anni, da quando si è insediata l’attuale Amministrazione, non ho mai sporto denuncia benché ne abbia avuto molti motivi ed occasioni. All’atto del suo insediamento, in un breve intervento in consiglio comunale annunciai che avrei svolto un’opposizione serena e costruttiva a patto che vi fosse stato reciproco rispetto dei ruoli e che avrei comunque segnalato e,se del caso denunciato, eventuali situazioni di illegalità per sollecitare l’intervento di competenza dell’Amministrazione. E così è stato fino a tutto lo scorso mese di maggio. Ho sempre manifestato verbalmente e per iscritto,ai Cittadini, all’Amministrazione ed a tutte le Autorità competenti la mia contrarietà allo svolgimento di manifestazioni, spettacoli ed intrattenimenti musicali all’aperto dopo una certa ora, specie se svolte, come quasi sempre è accaduto ed accade, a tutto volume dimostrando assoluta mancanza di rispetto per il sacrosanto diritto al riposo della stragrande maggioranza degli amalfitani e dei turisti. Pur non essendo un frequentatore di tali occasioni, non nego il diritto degli altri, soprattutto dei giovani, al divertimento, o meglio ad un sano divertimento. Ad una condizione: che il loro diritto al divertimento non leda il diritto degli altri al sacrosanto riposo. Un intrattenimento o una festa all’aperto, a mio avviso, non può durare oltre la mezzanotte , al massimo l’una (Vedi le ordinanze del Sindaco Vincenzo De Luca per la movida di Salerno). Queste cose le ho scritte e ripetute più volte, ricordando anche i commenti negativi ai rumori molesti ed alla baldoria notturna in Costiera esternati proprio sulle pagine di Positano News la scorsa estate dai noti e qualificati personaggi che rispondono al nome dei professori De Masi e Pappone. L’ultimo mio appello in proposito risale al scorso, inviato all’Amministrazione Comunale di Amalfi ed alle principali Autorità, appello cortesemente pubblicato anche sul vostro sito. Purtroppo, anche per quest’anno i nostri solerti Amministratori hanno fatto orecchie da mercante non degnando il mio appello del benché minimo riscontro. Cosa che ovviamente ha fatto ringalluzzire gli organizzatori abituali di tali eventi che, quest’anno hanno avuto la sfrontatezza di organizzare alcune serate senza neppure degnarsi di chiederne l’autorizzazione o di farne comunicazione. Forse perché troppo abituati finora a sentirsi protetti ì, coperti, tollerati oltre il necessario o addirittura ignorati I soloni del Comune hanno continuato a fare spallucce, senza neppur sentire il dovere, benché sollecitati, di confrontarsi sull’argomento. Di qui la mia diffida del 3 giugno al Comando di Polizia Locale ed Ufficio Commercio a non rilasciare alcuna autorizzazione né ricevere passivamente alcuna comunicazione di inizio attività in considerazione che tali intrattenimenti sarebbero stati svolti in strutture da ritenersi “illegittime” sotto il profilo urbanistico e paesaggistico, come dichiarato dall’Ufficio Antiabusivismo della Soprintendenza in una documentata relazione dell’estate 2007. Ciò nonostante nella seconda metà di giugno si sono svolte ben quattro serate musicali, senza alcuna autorizzazione e senza l’intervento di controllo da parte di alcuna Autorità, che pure sarebbe stato doveroso. Di qui la mia circostanziata denuncia, come sempre firmata e mai anonima come invece lo sono molti commenti delle solite animelle senza attributi cui piace criticare e giudicare senza assumersi la paternità dei propri giudizi, commenti che fin tanto che resteranno anonimi non saranno degnati di alcun riscontro. La lettura delle note a mia firma dovrebbe comunque essere di sufficiente chiarimento. Sono e resto a completa disposizione, come sempre, di chiunque voglia confrontarsi o chiedere chiarimenti in proposito.

Lascia una risposta