Sorrento. Ferie, riposi e turni. E´ guerra fra i vigili urbani

0

A sollevare pesanti ombre sui vigili urbani di Sorrento è il Coordinamento sindacale autonomo che, con il leader della segreteria provinciale Raffaele Esposito, va all’attacco e chiede interventi urgenti e soprattutto «indagini» interne al comando dei caschi bianchi per arrivare a un «quadro» chiaro sull’assetto del personale. E al più presto. La nota girata nelle ultime ore al sindaco Giuseppe Cuomo e alla segreteria del Comune va dunque a spezzare gli equilibri. Il Csa innanzitutto punge i «colleghi» di Uil e Cgil con cui solo poche settimane fa s’era consumato un duello a colpi di dichiarazioni e lettere sul potenziamento del corpo. Il Coordinamento sindacale autonomo scrisse a Cuomo ipotizzando un riassetto del personale ricevendo però l’attacco dalle due sigle sindacali. Stavolta, intanto, la polemica si gioca su ferie e riposi. Il documento firmato dal Coordinamento sindacale autonomo è a dir poco pepato. La premessa, però, è tutta contro Uil e Cgil. «E’ singolare dover esordire affermando che non ci si sconvolge né si rimane basiti perché ad una nota indirizzata all’amministrazione comunale ha risposto un’altra sigla sindacale – scrive Esposito nella lettera girata al Comune di Sorrento –. Ancora più singolare è il fatto che si debba affermare che non è nostra abitudine rispondere alle note di altre organizzazioni sindacali quando poi invece, di fatto, si è colta l’occasione proprio per polemizzare con altre sigle. Solo che, così come è consuetudine in Italia, nel comportarsi sulla stessa falsariga, ci si giustifica lasciando intendere che si è stati “quasi costretti” a fare ciò. Nessuna parola sul sostegno sindacale per una vicenda che vede solo l’inoperosità dell’amministrazione comunale a danno di dipendenti pubblici che, viceversa, andrebbero difesi, indipendentemente dalla appartenenza. Salvatore Dare su Metropolis