Penisola sorrentina. Anche qui senza assicurazione sette auto sequestrate dalla polizia

0

Penisola sorrentina. Anche qui senza assicurazione sette auto sequestrate dalla polizia. Il bollettino della polizia di Sorrento, fra quella di Stato e la Stradale, fra le più organizzate della provincia di Napoli, è puntuale dopo il sabato notte, il by night con la movida. A Sorrento, come a Salerno e in tutta la Campania, porta sempre a incappare in violazioni, una decina di contestazioni per guida in stato di ebbrezza e altre sanzioni, con ritiro di un paio di patenti e ben sette auto sequestrate perchè senza assicurazione. Da Sorrento a Massa Lubrense, fino a Vico Equense e Castellammare di Stabia, la polizia ha battuto a tappeto il territorio, ma questo della scopertura assicurativa è un fenomeno dilagante. Che in Italia ci siamo molte auto senza assicurazione è un dato di fatto. Sul numero effettivo c’è da discutere, visto che i valori riportati sono frutto di statistiche e i casi accertati sono gli illeciti riscontrati dalla polizia. Negli ultimi tempi si sta assistendo ad un “balletto” di cifre: c’è chi parla di un’auto su 8 senza assicurazione, chi di oltre tre milioni (il 7% del totale). A queste si aggiungono le cosiddette “auto fantasma”, che non compaiono nemmeno sui registri. Il dato non è dunque facile da analizzare. Secondo l’ACI la percentuale degli irregolari sarebbe intorno al 9%. Il dato sale al 15% tra i motociclisti e al 17% tra i conducenti di furgoni. Il fenomeno, sempre secondo le stime dell’ACI, si manifesta meno con i mezzi pesanti (4% del circolante), gli autobus e i pullman 2%. A confermarlo è il Presidente dell’ACI Sticchi Damiani, secondo cui il fenomeno delle frodi assicurative si può debellare con due semplici provvedimenti di facile adozione: “il primo è il potenziamento dei controlli attraverso l’omologazione degli strumenti elettronici per questo tipo di accertamento. Il secondo è la repentina riduzione dell’importo delle polizze, che secondo ANIA costano 525 euro ma per ACI sfiorano in media 740 euro l’anno, con un peso tre volte superiore all’IMU nei bilanci delle famiglie”. Se è lo straniero che capita senza assicurazione e c’è un sinistro è una tragedia per chi chiede il risarcimento. C’è da dire anche che le assicurazioni in Campania sono contestate dai consumatori, prezzi esorbitanti ed iniqui rispetto al resto d’Italia. Anche in questo siamo cittadini di serie B.