Silenzio sotterraneo della società del Sorrento

0

 

Il vento non smuova le foglie in casa rossonera, ma è stato venduto un giovane

 

SORRENTO – Se un mese fa sono state congelate le cariche societarie non vorremmo che in estate il Sorrento si congelasse sul trovare un direttore sportivo ed un allenatore.

Con il caldo che fa il ghiaccio si squaglia ed il mercato, che è già al settimo giorno corre avanti con un treno e non si ferma, non vorremmo che questo silenzio sotterraneo non stai dando i suoi frutti e faccia la stessa strada della scorsa stagione. Che alla fine di agosto in fretta e furia si cucì un vestito che poi si è dovuti mettere varie toppe che hanno fatto acqua da tutte le parti. Nonostante che l’avvocato D’Angelo mantenga questo stretto riserbo e si sente poche volte, abbiamo saputo che in questi giorni è stato all’Ata Hotel per risolvere qualche questione di qualche giocatore e venderne, come è accaduto poche ore fa, qualcuno giovane. Lo ha accompagnato, diciamo tra virgolette, l’ex direttore sportivo Sasà Avallone, che fino ad oggi non ha avuto nessun colloquio chiarificatore con la società. I punti che restano da affrontare, e sappiamo che si stanno tenendo ancora delle frenetiche riunioni su di essi, sono il direttore sportivo e l’allenatore, due questioni sulle quali c’è bisogno di un’intesa al più presto. A molti ha fatto piacere che si è superato l’ostacolo sia della fidejussione che dell’iscrizione, ma ora sempre a molti, questo silenzio tombale sembra non avere voce, anzi forse qualche sussurro sotterraneo c’è. Perché non è possibile che si stia ripercorrendo la stessa, o quasi strada di un anno fa, nessuno se lo augura. Le uniche notizie delle ultime ore sono che il preparatore atletico Raffaele La Penna si è accasato alla Juve Stabia, lo riferito la stessa società stabiese tramite il suo sito con un comunicato, e che è stato venduto il giovane Mario Tammaro, classe ’98, al Genoa. Per ora dal cilindro esce solo questo giovane, poi? Poi tutto sembra restare in alto mare, perché di sorprese c’è ne potrebbero essere poche, ci potrebbe essere la riconferma di Avallone, un’ipotesi buttata giù da ‘vox populi’, però ci vuole sempre l’allenatore. Giovanni Ferraro sembra ormai un sogno svanito di mezza estate, mentre Gianluca Grassadonia sembra più un’ombra che una realtà. Mentre qualche voce dice che potrebbe esserci la riconferma anche di Papagni. Resta però tutto da vedere, perché in molti vogliono che ci sia una svolta poiché quest’anno il campionato di Seconda Divisione non è rose e fiori, ma sarà spinato, se no addio Lega Pro. Infine la questione Campo Italia, sul quale si aspetta, se non c’è già stato, sia il colloquio con il sindaco per il da farsi sugli aggiusti alla tribuna centrale e stampa che l’ok della proroga dalla lega. Ma non dimenticando che il restyling dello stadio non va buttato in un cassetto e riomanga li in eterno, perchè sarebbe ora di dare ad una città come Sorrento, ed all’intera costiera, uno stadio degno di questo nome. Come si vede l’acqua nella pentola bolle, bisogna ‘buttare la pasta’.

 

    Mario Tammaro

 

 

GIUSEPPE SPASIANO

 

Lascia una risposta