Salerno. Nessuno vuole la costruzione di una Moschea in città. Il direttivo del partito Società e Famiglia alza la voce

0

Salerno. Una Moschea a Salerno? No, grazie! L’ipotesi che più appassiona i salernitani negli ultimi giorni riguarda proprio l’eventualità di una centro di culto islamico ed una Moschea a Salerno. Una ipotesi che sarebbe possibile secondo il sindaco De Luca, visto che l’eventuale costruzione della Moschea non sarebbe a carico del Comune e, quindi, della collettività. “L’ipotesi non parte dal Comune, ma dalla comunità senegalese che è ormai insediata a Salerno da 20 anni: sono cittadini nostri, figli nostri – ha affermato appena venerdì scorso il primo cittadino – Sarà un loro investimento, che si aggirerà sui 6-7 milioni”. Ma c’è anche chi è chiaramente contrario a quella che è ancora una ipotesi. Come il Direttivo del Circolo Salerno 1 del Partito Società e Famiglia che ha subito contestato la possibilità che il tutto possa realizzarli a Salerno. “Oltre ai suks afro-asiatici che costringono i cittadini salernitani ed i turisti a camminare nel lungomare di Salerno in spazi ristretti, oltre ai questuanti di colore vaganti nel centro della città e presenti davanti ai supermercati, ora l’Amministrazione comunale vuole propinarci anche una moschea (con o senza minareto?) ed un centro di cultura islamica, il quale – come raccontano le cronache – spesso si trasforma in una centrale terroristica. Oltre ad un criterio di sicurezza, c’è anche un criterio di reciprocità da rispettare, specialmente in un mondo globalizzato come l’attuale. Inoltre chiediamo cosa significhino le parole “realizzare di comune accordo” riportate nel Comunicato Stampa del 22 giugno; vorremmo sapere se si prospetta un impegno economico diretto dell’attuale amministrazione nella progettazione o nella costruzione di dette strutture, o se si pensa a finanziamenti di sceicchi arabi, come in passato si era pensato a investimenti giapponesi. La crisi che viviamo, con queste proposte, non porterà ai cittadini salernitani alcuna benedizione”. (Metropolis)