Salerno. Rapinavano minorenni, due arrestati

0

Salerno. Armati di coltello minacciavano e rapinavano minorenni sul lungomare: finiscono a Fuorni due salernitani, G.M. trentenne e D.M. di 35 anni. L’operazione è stata messa a segno dagli agenti della Questura, sezione Volanti, agli ordini del vice-questore aggiunto Rossana Trimarco. I due dovranno rispondere dei reati di rapina aggravata e continuata. Sono stati ammanettati nella notte tra domenica e ieri. Infatti, intorno alla mezzanotte di domenica è giunta la telefonata sul numero di emergenza “113” da parte di alcuni giovani che mentre si trovavano sul lungomare cittadino, all’altezza del palazzo sede della Provincia (piazza Cavour), erano stati avvicinati da due uomini che dapprima gli avevano chiesto se avevano droga e successivamente, minacciandoli con un coltello, gli avevano intimato di consegnargli tutti i soldi in loro possesso. Uno dei giovani, vittima della rapina, consegnava loro il suo portafoglio contenente una modesta cifra di danaro ma i rapinatori, non soddisfatti, continuavano a minacciare le vittime, desistendo solo a causa del sopraggiungere di un folto gruppo di persone. Ricevuta la segnalazione, immediate sono scattate le ricerche dei rapinatori che hanno consentito in pochissimo tempo ai poliziotti di individuare e fermare, a poca distanza dal luogo della rapina, due uomini sospettati di essere gli autori del reato identificati. Nella circostanza i poliziotti sono stati avvicinati da un altro giovane che ha dichiarato di essere stato anch’egli vittima di una rapina, avvenuta poco prima nella centralissima via Roma, con consegna di danaro sotto minaccia di un coltello, da parte dei due fermati. La perquisizione personale dei due rapinatori ha consentito agli agenti di trovare in loro possesso i soldi provento delle rapine, restituiti ai legittimi proprietari, e il coltello usato per minacciare le giovani vittime che è stato sequestrato. I due fermati sono stati, pertanto, arrestati e condotti presso il carcere di Salerno a disposizione dell’autorità giudiziaria. In considerazione del modus operandi dei due arrestati, analogo a quello rilevato in altri episodi delittuosi, sono in corso ulteriori indagini per accertare l’eventuale loro coinvolgimento in altre rapine a danno di minorenni e perlopiù studenti delle scuole cittadine. Tali arresti sono frutto degli intensificati servizi di controllo del territorio, disposti dal Questore di Salerno, De Iesu, per contrastare la recrudescenza di alcuni tipi di reati, in particolare scippi e rapine. (Metropolis)

Lascia una risposta