27 giugno Amalfi festeggia il miracolo di sant´Andrea VIDEO

0

Amalfi ricorda il suo santo protettore, Andrea, il 30 novembre, giorno della morte dell’apostolo avvenuta nel 60, mentre il 27 di giugno festeggia il miracolo attribuito a sant’Andrea del 1544 quando salvò la città dall’invasione dei pirati, scatenando una violenta ed improvvisa tempesta nel porto (il pirata Kair-Ad-Dion detto Barbarossa), impedendo ai nemici di sbarcare e saccheggiare Amalfi. Sant’Andrea è protettore dei pescatori, dei pescivendoli e di quanti hanno a che fare con la pesca. Denominato il Protocleto (il primo chiamato da Gesù come apostolo) è venerato dalla chiesa cattolica e da quella ortodossa ed è il fratello di san Pietro, figlio di Giona, già discepolo di Giovanni Battista. In Campania, oltre che ad Amalfi, è festeggiato a Dugenta (BN), Gricignano d’Aversa, Paolisi (BN), S. Andrea di Solofra (AV), Sirignano (AV). Dal giorno del miracolo si celebra, ad Amalfi, la grande e pomposa festa patronale: la statua del santo (‘o viecchio), dopo la processione per le vie di Amalfi, rientra in cattedrale salendo la scenografica scalea di corsa tra un tripudio di folla plaudente, invocazioni, musica, fuochi artificiali. g.a.