Positano. Niente segnali ma sterpaglie a fuoco nei pressi dell´hotel San Pietro. Laurito terra di nessuno

0

Positano. Niente segnali ma sterpaglie a fuoco nei pressi dell´hotel San Pietro. Laurito terra di nessuno. Questa è l’impressione che abbiamo avuto oggi quando siamo venuti in questo angolo di paradiso della costa d’Amalfi. Decine di telefonate per un principio d’incendio all’alba ma si trattava solo di sterpaglie che erano state bruciate, come abbiamo verificato oggi pomeriggio, tutto in regola dunque era una semplice pulizia, ma il rischio è sempre presente visto quello che è successo la scorsa estate e si capisce l’allarmismo della gente. Andiamo avanti per la strada comunale che porta alla piazzetta della Chiesa di San Pietro adiacente all’albergo hotel Il San Pietro e troviamo una impalcatura che occupa il passaggio, regolarmente autorizzata come da cartello urbanistico, ma senza alcuna segnaletica che indichi il passaggio pubblico. In pratica non si capisce se si passa attraverso una proprietà pubblica o privata e non si capisce se esiste o meno qualche altra cosa dopo il San Pietro. Eppure giù ci sono due strutture, Da Adolfo e Le Sirene, stabilimenti balneari e ristoranti, il secondo anche piccolo alberghetto, fra l’altro omonimo di una struttura di Praiano con clienti che proseguono oltre non sapendo dove scendere, e una intera spiaggia, Laurito, uno degli angoli più belli del mondo che a quanto pare è terra di nessuno. Sarebbe cosa buona e giusta, oltre che doverosa, mettere una segnaletica chiara che indichi sia la località,  sia le strutture, sia la denominazione di Via pubblica e della spiaggia di Laurito a cominciare dalla stessa statale amalfitana e lo stesso dicasi anche per Fornillo ed Arienzo le nostre spiagge minori che sono proprio quelle che ci danno maggior prestigio e ci permettono di avere riconoscimenti anche internazionali.